Santi Cosma e Damiano, la Cigl: “Patto generazionale contro la criminalità”

L’attentato al cantiere edile presso il cimitero di SS.Cosma e Damiano, purtroppo, è solo l’ultimo caso di intimidazione avvenuto in questi ultimi mesi nel nostro territorio e dimostra che il livello dell’attenzione non può mai essere abbassato.

Va rafforzata la presenza e il coordinamento fra le Forze dell’ordine presenti nel territorio, va sviluppata la capacità di intercettare qualsiasi aspetto che possa generare o abbiano in luce aspetti malavitosi. In questo è importante il contributo delle Amministrazioni comunali e della miriade di Associazioni che operano sul territorio. Il territorio del Sud pontino sebbene interessato da grandi bisogni, prioritariamente l’occupazione giovanile e purtroppo anche quella di adulti, che hanno difficoltà ad agganciarsi alla pensione e non trovano una occupazione adeguata, deve trovare sempre le energie per stimolare l’alto senso della partecipazione e di conseguenza della lotta a qualsiasi fenomeno che possa generare l’attacco alla legalità.


La CGIL ha sempre fatto della legalità, fin dalle prime denunce fatte negli anni 80 e anche ultimamente nel percorso informativo-formativo sviluppato con gli studenti delle scuole superiori,  un valore cardine della propria presenza sul territorio, per l’affermazione di una cultura della legalità quale condizione propedeutica per uno sviluppo sostenibile. Il rapporto sviluppato dalla CGIL con le forze dell’ordine ha già dato risultati apprezzabili specialmente nel settore edile e in agricoltura ove è più evidente l’attacco alla legalità.

Dinanzi a tali  intimidazioni la CGIL conferma l’impegno di operare con maggiore determinazione per battere la presenza della criminalità, facendosi partecipe di cooperare con tutti coloro che hanno a cuore lo sviluppo armonico del nostro territorio.