Sparatoria al Circeo, il Tar conferma: “American Bar chiuso per 45 giorni”

L’American Bar di San Felice Circeo resterà chiuso per 45 giorni come deciso dal questore Giuseppe De Matteis. Almeno per ora. A stabilirlo è stato, con decreto, il presidente del Tar di Latina, Carlo Taglienti, rigettando la richiesta del titolare del locale di sospendere il provvedimento ancor prima di discuterne in aula.

Lo stop all’attività commerciale è stato dato, motivandolo con ragioni di ordine e sicurezza pubblica, dopo il duplice tentativo di omicidio del 6 marzo scorso. I terracinesi Roberto Guizzon e Alessio De Cupis, dopo aver avuto una discussione all’interno del locale, sono stati feriti gravemente su lungomare Europa a colpi di pistola. Un agguato di cui, secondo gli inquirenti, sarebbe responsabile un altro avventore dell’American, il 32enne Alessandro Zof, di Latina, poi arrestato.


Il titolare del locale, Fernando Capponi, difeso dall’avvocato Oreste Palmieri, ha impugnato il provvedimento del questore ma, in prima battuta, il Tar ne ha negata la sospensione, precisando anche che eventuali danni economici subiti dall’imprenditore potranno essere risarciti. Il caso verrà discusso in aula il prossimo 7 aprile e solo allora i giudici si pronunceranno sull’eventuale congelamento del decreto del Questore.