Sermoneta, festa dei Fauni e di San Giuseppe

Torna a Sermoneta, come ormai è tradizione secolare, la Festa dei Fauni e la Festa di San Giuseppe che annunciano l’arrivo imminente della primavera.

Una tradizione che affonda le sue radici nei riti propiziatori che i pagani dedicavano al dio Fauno: con i rami della potatura degli ulivi si accedevano enormi falò per propiziare delle messi abbondanti. Col passare dei secoli la festa dei fauni si è legata a quella del patrono di Sermoneta: San Giuseppe.


Sabato 19 marzo giorno del Santo Patrono di Sermoneta, si darà spazio alla parte religiosa della festa con la Santa Messa celebrata dal Parroco Don Giuseppe Fantozzi nella Chiesa di Santa Maria Assunta del centro storico alle ore 17 e, a seguire, la solenne processione di San Giuseppe che partendo da piazza Santa Maria passerà per le strade principali del borgo.

La processione sarà accompagnata dalla banda musicale Caroso di Sermoneta diretta dal Maestro Michele Secci. A seguire, l’inaugurazione della mostra di Venanzio Manciocchi” alla Chiesa di San Michele Arcangelo.

La sera ci sarà invece la parte “pagana” della festa (inizialmente prevista per il 18 marzo, spostata al 19 per le avverse previsioni meteo di venerdì) a cura della Pro Loco di Sermoneta.

In apertura, alle ore 19, l’esibizione degli sbandieratori Ducato Caetani di Sermoneta; intorno alle 20 saranno accesi i fuochi con le celebri “frasche” presso Porta San Sebastiano, e qui si potranno gustare prodotti enogastronomici locali e le tradizionali zeppole di San Giuseppe.