San Felice, minacciò di bruciare il negozio della ex moglie: condannato

Accusato di aver cosparso di benzina il negozio della moglie, minacciandola che avrebbe bruciato tutto, un 70enne di San Felice Circeo, Domenico Bombardieri, è stato condannato dal Tribunale di Latina a un anno di reclusione.

L’anziano, imputato per tentato incendio e atti persecutori, il 23 settembre 2010 si presentò nell’attività gestita dalla sua ex in via Isonzo, a Latina, il negozio di prodotti per parrucchieri “Hair Beauty Service”. La discussione tra i due finì nelle minacce da parte di Bombardieri, che aveva portato con sé una tanica di benzina da cinque litri, con cui cosparse di liquido infiammabile gli scaffali del negozio e poi impugnò un accendino.


Il 70enne avrebbe minacciato sia la ex che la figlia di bruciare tutto e, intervenuta anche la Polizia, prima di allontanarsi avrebbe detto alla donna: “Vedrai, vedrai”.

Il pm Elisabetta Forte aveva chiesto per l’imputato la condanna a un anno e mezzo di reclusione, ma il giudice Celestino Gnazi ha optato per una condanna un po’ più mite. Le motivazioni della sentenza a carico di Bombardieri, difeso dall’avvocato Bruno Luberti, verranno depositate entro novanta giorni.