“Lazio senza mafie” fa tappa a Latina

Il liceo classico 'Dante Alighieri' di Latina

Dal 14 al 21 marzo la Regione Lazio organizza “Lazio senza mafie”, il secondo meeting regionale della legalità. Un cartellone ricco di eventi, convegni, dibattiti dedicati alla lotta alla criminalità organizzata: 20 appuntamenti in tutta la regione insieme a chi si impegna ogni giorno per contrastare le mafie: donne e uomini, giornalisti, magistrati, associazioni, Forze dell’Ordine e Istituzioni.

Con “Lazio senza mafie” continua l’impegno della Regione nella lotta alla presenza dei clan mafiosi nella Capitale e nel Lazio. È una battaglia che può avvenire solo mantenendo alta l’attenzione e le luci sempre accese su un problema drammatico: illegalità e malaffare indeboliscono le coscienze e aggrediscono il tessuto produttivo ed economico del Paese.


Tra i tanti eventi  uno dei più interessanti è quello intitolato “Misericordia e legalità”, che si terrà domani, 15 marzo, a Latina alle ore 21 all’aula  Aula Magna del Liceo Classico Dante Alighieri Via Alfredo Oriani.

La “Live Aid Sinphony Orchestra” presenta il concerto: “Dedicato – Pensieri di Jorge Mario Bergoglio”  nel quale la musica e il magistero di papa Francesco si mescolano e si fondono per trasmettere un messaggio di giustizia a partire da «una nuova mentalità che pensi in termini di comunità, di priorità della vita di tutti rispetto all’appropriazione dei beni da parte di alcuni», come è scritto nella “Evangelii Gaudium”.

Il concerto è promosso dall’Osservatorio per la sicurezza e la legalità della Regione Lazio in collaborazione con Libera, con il Settore giovani dell’Azione Cattolica diocesana di Latina  e con l’Agesci.

Prima del concerto ci saranno i saluti dell’assessore alla Sicurezza della Regione Lazio Rita Visini, del prefetto Pierluigi Faloni, del questore Giuseppe De Matteis, del comandante dell’Arma dei Carabinieri colonnello Eduardo Calvi, del comandante della Guardia di Finanza colonnello Giovanni Reccia di rappresentanti di Libera, Azione Cattolica e Agesci.