Gaeta, coppia denunciata: provocava incidenti per essere rimborsata

Gaeta, coppia denunciata: provocava incidenti per essere rimborsata

Mirati servizi straordinari di controllo del territorio sono stati svolti dal personale di Polizia giudiziaria e dalla squadra volante del Commissariato di Gaeta relativi alle ultime 24 ore in materia di truffe, scommesse clandestine e fenomeni di ludopatie.

Risultati conseguiti:

  1. 2 persone denunciate per truffa aggravata,
  2. 2 fogli di via obbligatorio inflitti con allontanamento dal comune di Gaeta per anni tre,
  3. 4 provvedimenti di esecuzione di sequestro preventivo emessi dall’autorità giudiziaria a termine di pregresse indagini volte a contrastare il fenomeno delle scommesse clandestine e delle ludopatie.

Nel quadro dei potenziati servizi di controllo del territorio disposti dalla Questura di Latina per la città di Gaeta in concomitanza con il fine settimana, la cui finalità è quella di scongiurare i fenomeni della cosiddetta “microcriminalità di importazione”, che si manifesta in danno dei residenti del comprensorio specialmente con l’approssimarsi dell’estate, il personale della Polizia di Stato delle Squadre: volante e giudiziaria del Commissariato di Gaeta diretti dal vice questore aggiunto Maurizio Mancini, hanno effettuato i consueti controlli  finalizzati al contrasto del suddetto fenomeno di natura predatoria.

Nel corso delle attività, svolte ad ampio raggio e con l’ausilio di personale in borghese e durante le quali venivano anche controllate ed identificate numerose persone sospette, in particolare veniva individuata la coppia di forestieri di provenienza campana.

L’uomo d. C., di anni 46, residente a Casalnuovo di Napoli e gravato da numerosi pregiudizi penali per reati di rapina, furto, truffa e associazione a delinquere.

La donna g. C., di anni 30, anche lei residente a Casalnuovo di Napoli, con precedenti specifici per truffa.

Il modus operandi dei due è molto collaudato. I due infatti, simulavano un tamponamento di piccole proporzioni in danno dell’auto da loro stessi condotta, assicurandosi però condizioni di viabilità e visibilità tali da convincere le ignare vittime della truffa di essere “nel torto” mentre, in realta’, il sinistro veniva causato volontariamente dai due malfattori.

La particolarità dell’agire dei due era però contraddistinta dalla presenza della donna che, simulando lo stato di gravidanza, induceva le ignare vittime ad accettare sollecitamente il pagamento del danno.

L’immediato intervento del personale presente sul territorio ha scongiurato il consumarsi dell’ennesima truffa da parte della coppia, poichè gli agenti della squadra di polizia giudiziaria interveniva proprio nella flagranza del reato.

Pertanto i due venivano accompagnati negli uffici del Commissariato di Gaeta per la denuncia a loro carico per il reato di truffa e poi Muniti del foglio di via obbligatorio da questo centro.

Inoltre, nel corso del predetto servizio, venivano anche eseguiti quattro sequestri preventivi di altrettante apparecchiature da gioco nei confronti di alcune agenzie di scommesse locali, in quanto disposti dalla Procura della Repubblica di Cassino al termine di una indagine del commissariato di Gaeta volta a contrastare il fenomeno delle scommesse clandestine e delle ludopatie nella zona del golfo.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social