Muore Geremia Iudicone a Fondi, il sindaco: “Se ne va memoria storica della città”

Salvatore De Meo

Il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo e l’Amministrazione comunale esprimono profondo cordoglio per la scomparsa di Geremia Iudicone, già dipendente comunale, appassionato ricercatore e decano degli storici locali.

«La morte di Geremia – afferma il Sindaco – priva la nostra città di uno dei suoi maggiori estimatori e di uno storico scrupoloso che ha saputo valorizzarne le tradizioni e rinverdirne la memoria storica. Tutta la comunità fondana non può che essergli grata per quanto egli ha fatto per la nostra città».


Iudicone è stato autore di numerosissimi scritti pubblicati su riviste locali ed ha curato svariati volumi che hanno arricchito la storiografia cittadina, tra cui il fondamentale “Cenni sulla cronologia delle amministrazioni civiche di Fondi” (1960), oltre ad “Apprezzo dello Stato di Fondi del 1690” (1966), “Gli anni della guerra a Fondi. Cronaca di una dimenticanza” (1995, più volte ripubblicato), “La torre maestra del castello di Fondi e il tesoro di Onorato II nel discorso dell’Inventarium del 1491” (1998), “Storia di Fondi per immagini” di Onorato Zannettino (2003, con Dario Lo Sordo e Carlo Macaro). E’ stato inoltre consulente e autore delle didascalie di tre pubblicazioni di Giuliano Carnevale: “Retrospettiva Fondana” (1998), “Immagini e documenti fondani (2002), “Caleidoscopio fondano. L’evoluzione di un secolo” (2012).