Associazione mafiosa, i tentacoli del clan anche nel basso Lazio: 6 arresti

Associazione mafiosa, i tentacoli del clan anche nel basso Lazio: 6 arresti

Nelle prime ore della mattinata odierna, nelle province di Caserta, L’Aquila, Oristano e Avellino, i Carabinieri della Compagnia di Sessa Aurunca, coordinati dai Magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 6 indagati, ritenuti responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso.

L’indagine, ha consentito, tra l’altro, di accertare la sussistenza di un’associazione a delinquere operante nella provincia di Caserta ed in particolare nei territori dei comuni di Sessa Aurunca, Carinola, Cellole, nonché nel basso Lazio, riconducibile al clan Esposito cd “muzzoni“.

L’operazione è stata coordinata dai Magistrati della DDA di Napoli, procuratore capo Giovanni Colangelo, procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli e dai sostituti Catello Maresca, Alessandro D’Alessio e Maria Laura Laila Morra.

In manette sono finiti Giovanni (già detenuto) ed Emilio Esposito (già detenuto), fratelli del capoclan Mario in passato coinvolto nell’omicidio Beneduce. Con loro anche Domenico Gallo e tre altre persone ritenute reggenti del clan di Sessa Aurunca: Orlando Lettieri (con precedenti per estorsione), Luigi Zuccheroso e Pietro Lopatriello, gli ultimi due in passato entrambi coinvolti in un giro di truffe alle assicurazioni; l‘ultimo, in altro frangente, anche arrestato per aver picchiato una calciatore della squadra di calcio di Sessa per costringerlo a pagare una tangente.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social