Maenza il Medioevo e San Tommaso, l’ultima opera di Pucci

Sarà presentato domenica 6 marzo a Maenza, l’ultimo lavoro editoriale di Sandro Pucci, avvocato, già sindaco del comune lepino dal 1985 al 1995.

Titolo dell’opera “Maenza, il Medioevo e San Tommaso d’Aquino”, con una dedica speciale a Riccardo Loccia, autore del disegno di copertina, popolare animatore culturale maentino, recentemente scomparso e amico fraterno dell’autore del libro.


Luogo della presentazione il maestoso Castello Baronale che da 700 anni domina il paese, massimo simbolo dell’epoca narrata nel volume, pubblicato da Atlantide editore.

Pucci prolifico e appassionato scrittore di storia maentina, questa volta abbandona il primo Novecento, suo periodo prediletto, per accompagnare i lettori alle origini della città di Maenza e del suo sviluppo storico fino al 1400.

Le signorie, le prime chiese, la cronologia degli eventi più importanti rendono il volume di Pucci un agile e utile prontuario di storia locale, la cui prefazione è affidata al prof. Luigi Zaccheo, già presidente del Consorzio Biblioteche dei Monti Lepini.

Nella centootto pagine che compongono il saggio (12 euro il suo prezzo) l’autore ha dedicato particolare attenzione alla figura di San Tommaso d’Aquino, descrivendo le sue visite a Maenza nel Castello della nipote Francesca degli Annibaldi maritata con Annibaldo, figlio di Landolfo, che dal 1264 era conte di Maenza. L’ultimo viaggio prima di morire a Fossanova. Infine affrontando la romanzata e discussa vicenda delle reliquie, con i “resti” del Santo rivendicati in diversi luoghi d’ Europa. La stessa data della presentazione del volume non è casuale, il giorno dopo infatti ricorre l’anniversario della scomparsa del Santo, avvenuta il 7 marzo del 1274 nell’Abbazia di Fossanova.

L’appuntamento con la prima presentazione dunque è fissata alle ore 10.45 di domenica 6 marzo presso il Castello di Maenza, con l’autore interverranno il sindaco Claudio Sperduti, l’editore Dario Petti, gli studiosi Francesco Tetro e Luigi Zaccheo, il presidente dell’ordine degli avvocati di Latina, Giovanni Lauretti, il presidente della Società internazionale S. Tommaso d’Aquino, avvocato Romano Saurini, Eros Ciotti direttore dell’Associazione Metropoli’s Novecento, mentre a condurre l’intero evento sarà Raniero Pasquali. Al termine della manifestazione sarà offerta una degustazione dal sapore medievale con polenta salsicce e vino.