Fondi, anziana mandata in ospedale da uno scippatore

Un’anziana mandata in ospedale da uno scippatore. Uno sconosciuto che, secondo le prime ricostruzioni, ha avvicinato la propria vittima nella maniera più abietta: si era offerto di aiutarla ad attraversare la strada. L’ha presa vicino a sé, ha fatto per accompagnarla dall’altra parte. Subito dopo l’ha strattonata con forza rubandole la borsa, facendola sbattere a un palo e quindi rovinare a terra.

Un’aggressione avvenuta giovedì mattina – erano circa le 11 – nel centro di Fondi, vedendo suo malgrado protagonista una donna del posto di circa ottant’anni. Camminava in piazza Porta Vescovo, a non molta distanza da corso Italia, teatro giusto mercoledì, nel pomeriggio, dell’ennesimo borseggio di questi ultimi giorni. Escalation proseguita appunto ieri, con quello che è almeno il quinto episodio simile denunciato di recente alle forze dell’ordine.


Soccorsa dai sanitari dell’Ares 118, l’ultima vittima dei “tagliaborse” è stata ricoverata presso l’ospedale di Terracina: l’unica, finora, a dover ricorrere alle cure mediche. Per un bottino irrisorio, poi. Al di là delle chiavi di casa e di alcuni effetti personali, la malcapitata, ha riferito, aveva solamente qualche soldo per la spesa.  Ascoltata nel pomeriggio dagli agenti del Commissariato di Fondi, che, vista la dinamica dei fatti, procedono per il reato di rapina, è lucida, eppure se l’è vista brutta: ha riportato un trauma cranico e una frattura all’omero.

Una ricostruzione dell’accaduto al momento parziale, quella fornita dall’anziana, che però sarebbe sicura di poter riconoscere l’aggressore, senza nome ma a quanto pare italiano. Diverse, nel frattempo, le testimonianze al vaglio degli uffici di largo Evangelista. E non è escluso vi siano anche quelle dei passanti che, avendo assistito casualmente allo scippo sfociato nel ferimento della donna, ieri hanno provato a rincorrere il malvivente in fuga con la borsa. Inutilmente. Anche questa volta, chi ha agito è riuscito ad essere più veloce di tutti.