Serie D, primo pareggio a reti bianche per l’Unicusano Fondi

Si chiude in parità il confronto del “Curcio” tra Picerno ed UnicusanoFondi. Uno zero a zero che arriva dopo una partita combattuta ed intensa.

PICERNO-FONDI 0-0

PICERNO: Ioime, Miglionico, Lugliese, Sangiacomo, Pascuccio, Conti, Minicone, Agresta (30’ st Varriale), Esposito, Tarascio (42’ st Bacio), Catalano (26’ st Perna). A disp.: Ciurli, Montuori, Gerardi, Colarusso, De Santis, Chierchia. All.: Arleo.


UNIC. FONDI: Calandra, Mazzei, Dinielli, Catinali, Tommaselli, Rinaldi, Tiscione, De Martino (44’ st Sterpone), Alleruzzo, D’ Agostino (32’ st Antonelli), Meloni (18’ st Nohman). A disp.: Saitta, Pompei, Martino, Ramceschi, Avallone, Iadaresta. All.: Pochesci.
ARBITRO: Capovilla di Verona (Santamarina-Pellino)
NOTE: giornata soleggiata, spettatori un migliaio circa. Al 6’ st espulso Rinaldi (Uf) per somma di ammonizioni, al 20’ st allontanato il mister ospite Pochesci; ammoniti Pascuccio, Catalano, Esposito, Bacio (P), Rinaldi, De Martino, Catinali, Nohman (Uf); recupero 1’ pt, 6’ st.

Si chiude in parità il confronto del “Curcio” tra Picerno ed UnicusanoFondi. Uno zero a zero che arriva dopo una partita combattuta ed intensa, che ha visto i rossoblù giocare con un uomo in meno per quasi tutto il secondo tempo e creare nel contempo più di una occasione per portar via la vittoria

LA PARTITA
In avvio è il Picerno ad essere maggiormente aggressivo; i padroni di casa giocano in velocità, cercando di creare problemi alla retroguardia rossoblù, ed al 19’ trovano anche la rete con Pascuccio sugli sviluppi di un calcio di punizione, ma l’ arbitro ha ravvisato un’ irregolarità ai danni di un difensore fondano, annullando la marcatura. L’ UnicusanoFondi comincia a venir fuori, ed a metà della prima frazione sfiora per due volte il vantaggio (22’ e 25’) ma prima su Tiscione e poi su Meloni il portiere Ioime si oppone alla grande, sventando la possibile segnatura ospite.

Il secondo tempo comincia in malo modo per i fondani, a seguito dell’ espulsione comminata a Rinaldi (fallo su Esposito e secondo cartellino giallo). Il Picerno prende fiducia e coraggio, ed al 10’ è Tarascio ad andare vicino al goal con un tiro che sfiora la traversa. Mister Pochesci risistema la sua squadra -De Martino arretrato sulla linea dei difensori, Alleruzzo e Catinali centrali di centrocampo a sostegno dell’ attacco- e poco dopo i laziali vanno vicini alla marcatura, con una punizione di D’ Agostino che costringe il portiere lucano ad un intervento tutt’altro che semplice. E qualche minuto lo stesso estremo difensore di casa si deve opporre alla grande ad un altro tiro piazzato di Tiscione, il quale poco prima aveva reclamato un rigore, nel contesto di una partita nella quale i due tecnici le provano tutte per arrivare al risultato pieno. Negli ultimi minuti i fondani rimangono addirittura in nove (il giovane Dinielli è colpito dai crampi, con tutte le sostituzioni già effettuate), e l’ ultimo sussulto è del Picerno: in pieno recupero, il neo entrato Perna si trova davanti a Calandra, ma il portiere riesce ad opporsi con il corpo, “fissando” il risultato sul nulla di fatto. Ma per l’Unicusano Fondi c’è già da pensare al nuovo impegno: mercoledì in riva al Tirreno arriverà l’ Aversa Normanna, per gli ottavi di finale della Coppa Italia.

IL DOPO GARA
POCHESCI (All. Unicusano Fondi): Pareggiamo dopo una grande prestazione, perché pur giocando in dieci nel secondo tempo, abbiamo fatto in pieno la nostra parte, creando belle occasioni, e perdere proprio alla fine sarebbe stata una beffa. Ho visto una squadra gagliarda e compatta, e che se continua a giocare così potrà senza dubbio fare ancora cose importanti.