“Ti accoltello”, Morlando condannato per estorsione e spaccio

Il Tribunale di Cassino

Due anni e otto mesi per estorsione e spaccio di sostanze stupefacenti a fronte dei quattro chiesti dal pm in aula. Così ha deciso questa mattina il giudice del Tribunale di Cassino nei confronti del 29nne Giovanni Emanuele Morlando già detenuto per una rapina perpetrata nel marzo 2015 in una gelateria di Formia, più noto perché accusato dell’omicidio del ballerino di Scauri Igor Franchini il 24 gennaio del 2009.

Giovanni Morlando in una foto del 2012
Giovanni Morlando in una foto del 2012

Secondo l’accusa, che in aula aveva chiesto una condanna a quattro anni, Morlando, difeso dall’avvocato Pasquale Cardillo Cupo, nel dicembre del 2014, sarebbe stato protagonista di una serie di cessioni di cocaina verso un suo coetaneo che però, avrebbe omesso di pagarlo così scatenando la furia del 29enne che in un’occasione, recatosi presso l’abitazione dell’assuntore per riscuotere il debito, non vedendosi aprire avrebbe ripetutamente colpito la porta d’ingresso con calci e pugni, minacciandolo con frasi quali: “Ti accoltello”, “Ti ammazzo il cane”, “Ti brucio la casa”. Assolto in questo caso dall’aver portato con sé un coltello da venti centimetri di lama. Nei giorni successivi riuscendo poi a farsi consegnare, sotto la minaccia di “spaccare tutto”, 48 euro per l’acquisto di psicofarmaci.


Attualmente Morlando è detenuto presso la casa circondariale di Rebibbia, anche in attesa della terza fissazione in Corte d’Assise d’Appello per l’omicidio di Igor Franchini dopo una condanna in primo grado a 26 anni oltre a tre anni, già scontati in carcere mentre era in attesa del primo giudizio d’appello, per occultamento di cadavere.