Raid in pizzeria a Scauri, Brancaccio condannato a 7 anni e 6 mesi

Raid in pizzeria a Scauri, Brancaccio condannato a 7 anni e 6 mesi
Giuseppe Brancaccio

Giuseppe Brancaccio

Condannato a sette anni e sei mesi di reclusione. E potevano essere otto se il gup del Tribunale di Cassino Angelo Valerio Lanna non avesse ridotto la richiesta dell’accusa. Al termine dell’udienza preliminare, infatti, processato con rito abbreviato e difeso dall’avvocato Massimo Signore, Giuseppe Brancaccio, 39enne di Minturno e protagonista il 28 aprile scorso al ristorante Nuova Moet di Scauri di un duplice tentato omicidio ai danni di uno dei proprietari dell’attività, il 29enne Massimiliano Flauto, e del fratello di quest’ultimo Stefano, che non fu colpito in quanto la pistola fortunatamente si inceppò (ma il fatto è stato smentito in udienza dalla difesa), è stato infine condannato.

A difendere i fratelli Flauto, costituitisi parte civile chiedendo una provvisionale da 35mila per il danno di immagine subito dall’attività ristorativa, l’avvocato Silvestro Conte. Il giudice si è riservato sulla richiesta di domiciliari avanzata dalla difesa dell’imputato.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]