Serie D, il 2016 del Fondi inizia con un pareggio: 2-2 contro il Marcianise

Marcianise-Fondi
Marcianise-Fondi

Il Fondi impatta con un pareggio per 2-2 contro il Marcianise nella prima gara di campionato del 2016.

MARCIANISE-UNICUSANOFONDI 2-2

MARCIANISE: Zeoli, Ciano, Fossa, Lopetrone, Follera, Baratto, Figliolìa (30’ st Santaniello), Conte, Moccia, D’ Anna (30’ st Rossetti), Farriciello (18’ st Barone V). A disp.: Barone M., Piscitelli, Di Fiore, Rossetti, Napolitano, Marullo, Santaniello, Sorrentino, Barone V. All.: Campana.
UNIC. FONDI: Saitta, Galasso, Pompei, Pepe, Tommaselli, Martino (19’ st Ramceschi), Tiscione, Catinali (36’ st Sterpone), Iadaresta, D’Agostino (3’ st Nohman), Alleruzzo. A disp.: Calandra, Antonelli, Dinielli, Santangeli, Centra, Di Giacomo. All. Pochesci.
ARBITRO: Zufferli di Udine (Paglianiti-Cortese)
RETI : 13’ pt Farriciello (M), 36’ pt D’ Agostino (Uf, rig.), 15’ st Follera (M), 32’ st Nohman (Uf)
NOTE: campo pesante, spettatori un centinaio circa; al 37’ st Zeoli (M) para un rigore a Iadaresta, al 49’ st espulso l’ allenatore del Marcianise per proteste; ammoniti Lopetrone, Zeoli, Moccia (M), Catinali (Uf). recupero 4’ pt, 5’ st.

Inizia con un pareggio il nuovo anno dell’Unicusano Fondi. Un pareggio, quello che i rossoblù – che lamentavano le assenze di Meloni, Rinaldi e De Martino – ottenuto sul campo della Progreditur Marcianise, rocambolesco e battagliato come quello che era venuto fuori al termine della partita d’ andata, e che desta non poco rammarico tra i ragazzi di Sandro Pochesci, prima capaci di rimettere in piedi due volte una gara che si era fatta complicata e poi sfortunati nel mancare ad otto minuti dalla fine la clamorosa occasione di un calcio di rigore che avrebbe consentito all’ undici tirrenico di agganciare la seconda posizione.

LA PARTITA

L’avvio di gara, su un rettangolo di gioco non facile per via delle abbondanti piogge, è favorevole ai padroni di casa, pericolosi dopo soli quattro minuti con Farriciello, sul quale Saitta è chiamato a respingere con il corpo, e lo stesso numero undici campano trovava poco dopo il goal del vantaggio, svettando di testa a mettere in rete un cross di Moccia, il giovane esterno ex di giornata insieme al portiere Zeoli. Ed è proprio l’ estremo difensore a rendersi protagonista, poco prima della mezz’ ora (in precedenza Moccia si rende pericoloso con una conclusione che termina di poco a lato), con un doppio prodigioso intervento prima su Iadaresta, di testa su cross di Tiscione, e subito dopo su D’ Agostino, intervenuto sulla corta respinta dello stesso portiere. Al 31’ è invece Alleruzzo a pochi passi dalla porta a trovare la risposta d’ istinto del numero uno di casa. Gli universitari alzano il ritmo, e trovano il pareggio dieci minuti prima del riposo: fallo su Pompei da parte di Moccia, appena dentro l’ area del Marcianise, ed è rigore che D’ Agostino trasforma insaccando la sfera di forza sotto la traversa.

Nella ripresa, il Marcianise trova il raddoppio grazie al difensore Follera, che svetta di testa ad insaccare alle spalle di Saitta. I campani sfruttano l’ onda vincente del vantaggio e rendono la vita difficile alla formazione ospite, la quale prova a serrare le fila nel tentativo di arrivare al pareggio. Nel cuore della frazione, Nohman (subentrato ad inizio secondo tempo a D’ Agostino) sfiora il goal, mandando a lato un assist di Iadaresta. Ma la prima segnatura in maglia fondana dell’ ex Lupa Castelli Romani arriva a dieci minuti dalla fine: spizzata di Iadaresta, e Nohman trova la giocata giusta per firmare il 2-2. L’ UnicusanoFondi ci crede, ed a sette minuti dalla fine si procura l’ occasionissima per il sorpasso, con un calcio di rigore assegnato per un fallo di Baratto su Iadaresta; ma lo stesso numero nove si vede respingere la sua conclusione dal dischetto da parte di Zeoli, il quale riesce a respingere in angolo. Nonostante la grande chance mancata, i fondani continuano ad attaccare a testa bassa, collezionando altre due occasioni, prima con Tiscione e poi con Nohman: ma entrambe le conclusioni vanno a finire fuori di poco. I novanta minuti del “Progreditur” si concludono con un prezioso pareggio per il Marcianise, e con tante recriminazioni per l’ UnicusanoFondi.

IL DOPOGARA

Campana all.Marcianise (2)
CAMPANA (All. Progr. Marcianise): Un pareggio per noi importante, dopo una partita tirata e da noi ben giocata, che ci permette di iniziare nel modo migliore. Rivolgono alcune lamentele nei confronti dell’ arbitro, in particolare sul primo rigore e sulla loro rete del pareggio.

Pochesci

POCHESCI (All. UnicusanoFondi): Non mi sento arrabbiato né deluso, perché la squadra ha creato molto, ed ha avuto anche l’ occasione di un calcio di rigore a pochi minuti dalla fine. Era nostro dovere vincere, ma alla fine torniamo a casa con un risultato che sa tanto di due punti persi; con due pareggi esterni ci troviamo a cinque lunghezze dal primo posto, adesso dobbiamo subito ripartire per non perdere altro terreno.