Promozione, vittoria casalinga per il Formia contro l’Alatri

Il Formia vince in rimonta contro l’Alatri, sfrutta l’ultima chance nell’ultimo sospiro del match e raccoglie tre punti determinanti.

FORMIA-ALATRI 2-1

FORMIA: Maraolo, Pizza (38’ st Sellitti), D’ Amora, Carginale, Imbriaco, Villacaro, Carfora, Foti, Accrachi, Marciano (16’ st Di Florio), Di Stefano (8’ st Gagliardi). A disp.: Fiorenza, Formisano, Scariati, Di Sarno. All.: Rosolino.


ALATRI: Giustini, Latini (32’ st Xhanaj), Arrabito, Dell’ Uomo, Lombardi, Cestra, Pazienza T., Simone, Paglia, Pompili (42’ st De Persiis), Pignoli.  A disp.: Liberti, Xhanaj, De Persiiis, Pazienza F., Galuppi, Casertano, Pacitto. All.: Campolo.

ARBITRO: Bellato di Mestre (Angileri-Parisella)

RETI:  3’ pt Paglia (A), 7’ pt Di Stefano (F, rig.), 48’ st Di Florio (F)

NOTE: bella giornata di sole; spettatori 250 circa; ammoniti Gagliardi, D’ Amora, DI Florio (F), Pazienza T., Lombardi (A) ; recupero 1’ pt, 4’ st.

Il Formia vince in rimonta contro l’Alatri, sfrutta l’ultima chance nell’ultimo sospiro del match, raccoglie tre punti determinanti nel confronto diretto con i ciociari e fa un passo avanti deciso in classifica, con la capolista Sezze e gli stessi verde rosa adesso decisamente più vicini. Gli ospiti partono nel migliore dei modi, ed è Paglia a trovare il vantaggio verde rosa, bravo a sfruttare un errore in disimpegno della squadra di casa, ma poco dopo ecco il pareggio dei formiani, grazie a Di Stefano, che trasforma un calcio di rigore assegnato per un fallo commesso da Lombardi sullo stesso attaccante biancazzurro. Gli uomini di Rosolino creano altre due situazioni pericolose (testa di Accrachi fuori su cross di Carfora e grossa chance per Di Stefano, che su traversone del numero 7 mette alto di piatto da buona posizione), ma l’ Alatri si mantiene sempre pericoloso. Nella ripresa , il Formia prova a premere sull’ acceleratore cercando di controllare la gara, ma è nel finale che trova lo spunto decisivo grazie al neo entrato Stefano Di Florio, che al penultimo dei quattro minuti di recupero si fa trovare pronto su una ribattuta del palo dopo pallonetto morbido di Accrachi. Lo stesso centravanti di casa manca poi due occasioni per arrotondare il punteggio e chiudere l’ incontro, ma alla fine i biancazzurri possono egualmente festeggiare un successo quantomai prezioso, prima della trasferta di fine anno da sostenere sul campo della Real Cassino.