Ministro Giustizia al tribunale di Latina, Forte: “Poco personale, carichi enormi”

Ministro Giustizia al tribunale di Latina, Forte: “Poco personale, carichi enormi”

«La visita del Ministro della Giustizia Andrea Orlando al Tribunale di Latina, in programma per domani, rappresenta una importante occasione per puntare i riflettori sulla difficile situazione che vive ormai da anni l’amministrazione della giustizia in provincia di Latina».

Lo dichiara il consigliere regionale del Partito Democratico Enrico Forte sottolineando come le carenze di organico siano la principale causa delle disfunzioni che collocano il Tribunale pontino ai primi posti in Italia per carico di lavoro per ciascun magistrato.

Il ministro della giustizia Andrea Orlando

Il ministro della giustizia Andrea Orlando

«La mancanza di personale negli uffici – spiega Forte – rallenta enormemente il lavoro in generale e i tempi di definizione dei procedimenti, siano essi civili, penali o di lavoro. Un record negativo per il nostro territorio che incide pesantemente sulla vita dei cittadini e delle imprese, costretti ad attendere anni prima di vedere definita una causa. Poche settimane fa, su sollecitazione mia e di altri consiglieri regionali, si è tenuto un incontro in Regione con i rappresentanti sindacali e i coordinatori dell’Unione precari della giustizia, incontro che si è concluso con l’impegno a sollecitare la Presidenza affinché proceda a firmare la convenzione annuale con il Ministero della Giustizia per attivare quanto prima i tirocini della durata di tre mesi all’interno dei Tribunali del Lazio, Latina inclusa.

Abbiamo peraltro preso l’impegno – aggiunge Forte – ad attivare i contatti necessari tra i competenti assessorati, quelli al lavoro, bilancio e tra Parlamentari e Sottosegretari alla Giustizia per trovare insieme le risorse necessarie a garantire un futuro dignitoso ai tirocinanti, operatori che rappresentano una risorsa fondamentale per le strutture giudiziarie della nostra regione e della provincia di Latina e meritano tutela per il loro futuro. Resta ancora aperta, inoltre, la vicenda della cittadella giudiziaria, opera incompiuta che in qualche modo è necessario ultimare almeno per quanto riguarda il primo blocco vale a dire la nuova Procura. Appare necessario trovare le risorse per evitare che i finanziamenti erogati finora siano gettati al vento».

You must be logged in to post a comment Login

h24Social