Sorgenia ad Aprilia, Apl e Noi con Salvini: “Comune specula su ambiente”

Si torna a parlare di Sorgenia e delle presunte compensazioni che la società di De Benedetti, dovrebbe versare tramite la Regione Lazio al Comune di Aprilia. La Stampa più attenta ha già bollato come “quattro spicci” il denaro che verrà realmente girato alle casse comunali ma, nemmeno tale evidenza esime i rappresentanti dell’Amministrazione dal mentire spudoratamente promettendo di fare con quei soldi tutto ciò che non ha fatto in questi anni. Mostri come Sorgenia incassano, grazie a leggi compiacenti, centinaia di migliaia di euro mentre il Comune stappa lo spumante davanti ad una vera e propria elemosina, invece di aggredire il grosso degli introiti controllando seriamente la Turbogas.

L’obiettivo palese è quello di utilizzare tale somma per finanziare qualche operazione di facciata per provare ad assicurarsi una nuova elezione mentre, Aprilia avrebbe bisogno di una politica ambientale seria e radicale. I cittadini è vero che hanno la memoria corta ma non sono idioti, e si domandano come mai ad esempio, dobbiamo finanziare gli studi sulla qualità dell’aria con i soldi di chi contribuisce ad avvelenarla. Inoltre, ci chiediamo dove siano finiti gli esiti degli studi epidemiologici tanto decantati e soprattutto, dove sia finito il Regolamento Comunale sulle emissioni di fumi di cui il Consigliere Regionale Santori, dietro nostra sollecitazione, chiese lumi all’Amministrazione senza ricevere risposta.


Noi con Salvini e Aprilia in Prima Linea si chiedono con quale faccia tosta l’Amministrazione parli d’impegno per l’ambiente quando per piantare qualche albero si aspettino le elemosine di Sorgenia? E prima non era possibile? Quanto è stato speso, e soprattutto dove, dal Comune per la difesa del territorio? La triste verità è che l’ambiente per la Giunta Terra è stata la “gallina dalle uova d’oro” in passato e sperano che gettando fumo – non solo metaforico – negli occhi dei cittadini di Aprilia, riescano nuovamente nell’impresa. Saremo noi il vento che spazzerà questo fumo e schiarirà se ve ne fosse bisogno, il pensiero dei cittadini, statene certi!