“Profumi taroccati? Non da noi”. Dopo il sequestro a Fondi, l’intervento di un imprenditore

“I nostri clienti possono stare tranquilli”. Parola di Andrea Marcoccia, amministratore delegato delle Profumerie D’Ambrosio, avviata realtà che a Fondi è titolare di “Benessere in profumeria”.

Un intervento legato al sequestro, avvenuto nei giorni scorsi da parte della guardia di finanza, di circa mille fragranze contraffatte presso un paio di negozi fondani, e volto a sgombrare il campo da ogni dubbio: “I nomi delle attività interessate non sono stati resi noti, e si è generata una certa confusione nella clientela”, ha spiegato Marcoccia. “Essendo la nostra leader assoluta nel mercato locale, diverse persone hanno pensato che potesse essere interessata dall’accaduto, ma ci teniamo a sottolinearne la totale estraneità. Acquistiamo direttamente dai produttori internazionali, dunque la garanzia per la nostra stimata clientela della originalità del profumo è indiscutibile. Da oramai quasi 40 anni siamo presenti sul mercato locale e nazionale, facendo della professionalità del personale e della qualità dei prodotti e marchi trattati le fondamenta dell’azienda, poiché siamo sicuri che tutto ciò paga. Detto questo, siamo grati alle forze dell’ordine che con il loro operato combattono questo tipo di fenomeni, che danneggiano l’intero sistema economico spesso a danno dei soli consumatori finali, i quali, acquistando prodotti della cui provenienza non si hanno informazioni ben precise, rischiano anche la salute”.