“Pensaciprima”, firmato il protocollo d’intesa sullo screening del colon retto

“Pensaciprima”, firmato il protocollo d’intesa sullo screening del colon retto

E’ stato firmato questa mattina presso la Direzione Generale della Asl, il primo protocollo di intesa tra la ASL di Latina e l’AUSER (Associazione di Volontariato per l’Autogestione dei Servizi e la Solidarietà) comprensorio provinciale di Latina, per favorire l’adesione dei cittadini allo screening del colon retto. La Direzione Generale ha inteso stipulare tale Protocollo, per facilitare il ritiro del Kit per la diagnosi precoce del tumore del colon retto, all’interno dei luoghi di lavoro.

Lo screening del colon retto è una delle attività istituzionali del Dipartimento di Prevenzione della Asl che provvede ad invitare la popolazione bersaglio ad effettuare il test gratuito per la ricerca del sangue occulto fecale, ogni due anni. Si stima che i soggetti interessati da tale programma di screening, di età compresa tra i 50 ed i 74 anni, siano oltre 80 mila cittadini l’anno. Il protocollo mira quindi a dare l’opportunità ai lavoratori delle industrie di manifattura, agli artigiani, ai lavoratori dei servizi e commercio della provincia, di accedere al servizio di prevenzione stando nel proprio posto di lavoro. Per questo fine si è predisposto il progetto “ PENSACIPRIMA” dì SI, che prevede azioni facilitate attraverso i volontari dell’Auser nelle imprese pontine con il sostegno dei sindacati provinciali dei lavoratori e delle associazioni datoriali. L’Auser si impegna a sensibilizzare le imprese e a consegnare e ritirare i Kit nelle aziende che aderiranno al progetto. Per l’anno 2015 , in considerazione delle risorse disponibili, si prevedono di coinvolgere circa dieci aziende.

I Kit verranno consegnati nelle aziende, e saranno esaminati presso i centri di patologia Clinica dell’Ospedale “Goretti” di Latina e dell’Ospedale “Fiorini” di Terracina che provvederanno alla refertazione. Da letteratura scientifica emerge che il 6% degli utenti aderenti per la prima volta al test di screening risulta positivo. Gli utenti che risulteranno essere positivi, verranno contattati telefonicamente dal personale del Coordinamento dello Screening per l’approfondimento diagnostico terapeutico che verrà eseguito nei Presidi ospedalieri di Latina, Terracina, Fondi e Formia.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social