Anche due medici pontini coinvolti nella morte di un 58enne di Aprilia

Sotto accusa anche due medici pontini per la morte di un 58enne di Aprilia, sottoposto a un intervento alla colecisti nella clinica Sant’Anna di Pomezia. Trascorsi oltre due anni e mezzo dai fatti, il sostituto procuratore della Repubblica di Velletri, Giuseppe Travaglini, ha chiesto il rinvio a giudizio per sette “camici bianchi”, ipotizzando l’omicidio colposo, e a decidere sull’eventuale processo, il prossimo 7 dicembre, sarà il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale veliterno, Emiliano Picca. I pontini indagati sono il chirurgo Ivan Fruttero e il cardiologo Andrea Davoli, entrambi di Latina.

Il 15 febbraio 2013, Marcello Spaccatrosi, 58enne di Aprilia, venne sottoposto nella clinica Sant’Anna di Pomezia a un intervento di videoparacolecistectomia e perse la vita il giorno successivo. I familiari della vittima presentarono un esposto e la Procura della Repubblica di Velletri aprì un’inchiesta, delegando le indagini ai carabinieri e a tre consulenti medico-legali. Ora le richieste di giudizio.