Formia, in Regione per parlare di Prg, porto turistico, ex Salid, rifiuti e mobilità

La sede della Regione Lazio

Porto turistico “Marina di Cicerone”, variante al Piano regolatore generale, riqualificazione dell’ex Salid, compostaggio dei rifiuti e piani della mobilità. Sono i temi discussi nella riunione che l’Amministrazione di Formia ha tenuto ieri a Roma con l’assessore regionale ad Urbanistica, Mobilità e Ambiente Michele Civita. Il Comune era rappresentato dal sindaco Sandro Bartolomeo, dall’assessore alla Sostenibilità Urbana Claudio Marciano, dal presidente della Commissione Urbanistica Ernesto Schiano e dal dirigente del settore Urbanistica Sisto Astarita.

L’incontro è stato chiesto dall’Amministrazione per fare il punto su una serie di progetti importanti cui è legato molto del futuro urbanistico e ambientale di Formia. Nel corso della riunione, la Regione Lazio ha manifestato l’intenzione di affiancare il Comune nella prosecuzione dei percorsi avviati.


Progetto Marina di Cicerone
Progetto Marina di Cicerone

Per quanto concerne il porto turistico “Marina di Cicerone”, l’assessore Civita ha confermato che il progetto va avanti e, a breve, sarà fissata una conferenza di servizi. Anche per gli altri progetti, la Regione ha garantito la volontà di snellire al massimo i tempi per l’adozione degli importanti provvedimenti amministrativi che il Comune adotterà nel corso dei prossimi mesi.

Ernesto Schiano
Ernesto Schiano

“L’incontro è stato molto proficuo – commenta il presidente della Commissione Urbanistica Ernesto Schiano -. Prendiamo atto con soddisfazione della disponibilità offerta dalla Regione. E’ un buon punto di partenza che ci stimola a continuare nei percorsi avviati con ancora maggiore convinzione e serietà”.

Claudio Marciano
Claudio Marciano

Nella riunione si è parlato anche di rifiuti e mobilità. “Con la Regione – spiega l’assessore Claudio Marciano – ci siamo confrontati circa la possibilità di realizzare infrastrutture per il recupero dell’organico. Si è concordato sulla necessità di sperimentare il compostaggio di comunità che consiste nel dotare la città di un piccolissimo impianto di recupero da circa tre mila tonnellate, più o meno la quantità di organico che Formia produce annualmente. L’intervento potrebbe essere finanziato con i fondi che la Regione destina alle province. Quanto ai Piani della mobilità – conclude –, la Regione ha confermato la necessità di produrre una Valutazione Ambientale Strategica che preceda l’adozione da parte del Consiglio comunale”.

Sandro Bartolomeo
Sandro Bartolomeo

“In Regione – sostiene il sindaco Sandro Bartolomeo – abbiamo discusso temi fondamentali per il futuro di Formia. Quanto al porto turistico, la Regione ha confermato quanto riferitoci dall’impresa proponente, ossia che l’iter va avanti e si avvicina alle sue fasi finali. La bozza di Piano regolatore generale è stata depositata dai progettisti e contiamo nei prossimi mesi di portarla in Consiglio. Per l’ex Salid c’è un progetto ambizioso che stiamo studiando in ogni aspetto. La ‘Formia Rifiuti Zero’ ha già introdotto le sue prime grandi innovazioni e tante altre ne verranno. I Piani della mobilità sono nella fase di presentazione alla città ma, anche qui, presto avvieremo la fase finale. Sono interventi che cambieranno la fisionomia della città rendendola più moderna e vivibile”.