Contributo locazioni a Santi Cosma e Damiano, scadenza il 30 ottobre

Comune di Santi Cosma e Damiano

Pubblicato il bando per la concessione di contributi integrativi per il pagamento dei canoni di locazione relativi all’annualità 2014. Fissato, infatti, al prossimo 30 ottobre il termine perentorio per la presentazione delle domande di accesso al Fondo Regionale per il sostegno ai fitti delle abitazioni.

Vincenzo Petruccelli
Vincenzo Petruccelli

Il bando, cui l’Amministrazione Comunale di Santi Cosma e Damiano anche quest’anno ha aderito con apposita Delibera di Giunta Municipale su proposta dell’assessore ai Servizi Sociali Vincenzo Petruccelli consente di poter accedere alla ripartizione che la Regione ha deliberato delle risorse disponibili per il sostegno alle famiglie disagiate contribuendo alle spese di affitto per l’annualità 2014.


Visto l’aumento delle domande verificatosi nel corso degli anni passati, considerando anche il particolare momento di congiuntura sfavorevole che non ha risparmiato e continua a colpire il territorio e la popolazione, la Giunta di Santi Cosma e Damiano ha deciso di aderire a questo fondo, nonostante le notevoli difficoltà economiche per venire in soccorso dei cittadini che si trovano a vivere, loro malgrado, una situazione di disagio.

Le domande possono essere presentate mediante raccomandata A/R o direttamente la protocollo del Comune esclusivamente sui moduli predisposti (farà fede il timbro postale o il timbro di accettazione dell’ente) da tutti i cittadini residenti in possesso dei seguenti requisiti: cittadinanza italiana o di uno stato aderente all’Unione Europea; cittadinanza di uno stato non aderente all’Unione Europea se munito di permesso di soggiorno o carta di soggiorno secondo la normativa vigente; residenza anagrafica nell’immobile e nel Comune di residenza per l’annualità del Bando (2014); titolarità del regolare contratto di locazione ad uso abitativo, debitamente registrato; non aver ottenuto per la stessa annualità altro contributo economico per il sostegno alla locazione e non essere assegnatari di alloggi di edilizia popolare, essere in regola con il pagamento del canone di locazione.

Sono inoltre previsti dei limiti di ISEE in riferimento all’incidenza in termini percentuale dell’affitto rispetto all’indicatore stesso, stabilito per l’annualità di riferimento e che possono essere consultati, unitamente all’altra documentazione richiesta e alla modulistica necessaria, presso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune nelle giornate di apertura al pubblico, oppure telefonando ai numeri 0771607822 / 0771607829 oppure inviando un’a-mail ad uno dei seguenti indirizzi: segreteria@comune.santicosmaedamiano.lt.it    servizisociali@comune.santicosmaedamiano.lt.it, oppure consultando il sito istituzionale www.comune.santicosmaedamiano.lt.it .

“Si tratta – ha affermato l’assessore ai Servizi Sociali Vincenzo Petruccelli, nonché vice sindaco – di una misura molto importante dal punto di vista sociale ed economico in quanto rivolto a fornire sostegno a chi versa in condizioni di disagio. E’ opportuno sottolineare che questa misura è cofinanziata con fondi del bilancio comunale, condizione indispensabile per poter beneficiare del fondo, a testimonianza, se ce ne fosse bisogno, di un’attenzione continua di quest’Assessorato a favore delle famiglie che si trovano a vivere una situazione di difficoltà”.