Scontro auto – moto a Itri, centauro finisce in ospedale

Ancora un incidente automobilistico sulla consolare Appia, il secondo nel giro di 24 ore e ancora nel pieno centro del paese. Sono rimasti coinvolti, questa volta una giovanissima studentessa del posto e un 45enne originario di Gaeta ma residente, da qualche anno, a Itri.


incidente-itri-h24notizie
La motocicletta finita in una siepe

Secondo quando stanno appurando i Carabinieri della locale stazione che procedono per la ricostruzione del sinistro, l’impatto tra la Mini Cooper, alla cui guida si trovava la studentessa, e una motocicletta, sulla quale viaggiava l’uomo che sembra viaggiasse in direzione Formia – Itri.

L’auto, che stava uscendo da un distributore all’altezza del km 133,100 della statale, veniva invitata dall’autista di un camion, che viaggiava, anche lui, nel senso di marcia Formia – Itri, a poter immettersi sulla carreggiata, anche perché, dalla parte opposta non stava sopraggiungendo alcun veicolo. L’uomo a bordo della moto, che seguiva il camion, avendo visto il grosso automezzo arrestare la sua corsa, avrà pensato che il guidatore doveva effettuare una sosta, per cui ha iniziato a sorpassarlo nello stesso momento in cui la studentessa, invitata dal camionista a immettersi sulla carreggiata, era già uscita dall’area del distributore e si trovava quasi nella sua corsia di marcia. Inevitabile l’impatto tra la moto e la Mini Cooper, con la ruota anteriore di quella che veniva staccata dal resto del telaio che finiva nella siepe decorativa della stazione di servizio.

Traffico deviato
Traffico deviato

La posizione sulla strada dei tre mezzi (camion, automobile e motocicletta) provocava un intasamento nel traffico che faceva registrare una fila di auto lunga anche due chilometri nel tratto Itri-Fondi. Mentre si attendeva l’arrivo dell’ambulanza, il giovane veniva soccorso dai Carabinieri della stazione di Itri e dalla pattuglia della Polizia Locale la quale si faceva subito carico di gestire la viabilità del serpentone di veicoli che, data l’ora (si era verso le ore 18), si era formata, così come capita ogni giorno anche per l’inveterata abitudine di molti abitanti del posto a non sapersi muovere pure per una centinaio di metri senza utilizzare l’auto.

L’ambulanza trasportava poi il ferito presso il Pronto Soccorso dell’ospedale “Dono Svizzero” di Formia dove gli sarebbe stata diagnosticata una frattura ad un arto inferiore.

Pesante il lavoro, sul posto del sinistro, per i Vigili Urbani che hanno dovuto impegnarsi fino alle 19.40 per favorire lo scorrimento dell’intenso traffico.

 

Il sinistro di martedì è andato ad aggiungersi a quello che si era registrato il giorno prima sempre sulla statale n.7 al centro del paese. All’inizio di via maresciallo Italo Balbo, in zona Fossatello, verso le 20.15, un’auto ha investito una docente che procedeva a piedi. Anche in quel caso le conseguenze per la vittima non sono state gravi, mentre lunghe file e ritardi nella veicolazione dei mezzi caratterizzavano il traffico che veniva gestito dai militari della stazione dei Carabinieri di Itri, mentre a procedere, per la ricostruzione del sinistro, era una pattuglia della Polizia Stradale di Formia coordinata dal comandante Pasquale Canzano.