Consiglio Comunale dei Giovani: “San Michele Young Festival, buona la prima”

Si è concluso il “San Michele Young Festival”, nuovo format di iniziative collaterali ai festeggiamenti per il Santo Patrono di Aprilia, promossa dal Consiglio Comunale dei Giovani, insediatosi lo scorso 18 Giugno 2015. Una manifestazione che, nonostante le ridotte tempistiche di organizzazione e la giovane esperienza dei consiglieri in materia di eventi, si è tenuta senza alcun inconveniente, se non le avverse condizioni meteorologiche riscontrate domenica sera che hanno costretto gli organizzatori a concentrare il programma nella sola serata di lunedì 28, insieme agli ospiti Riccardo Dose e Damiano “Er Faina”. Questi due ragazzi, da qualche anno a questa parte, sembrano aver riscosso un particolare successo tra i più giovani: come loro stessi hanno detto durante la serata, che è stata impostata anche da parte loro all’insegna dell’educazione e del rispetto di chi l’ha organizzata e dell’intera cittadinanza, il loro percorso è iniziato con il tentativo di raccontare episodi, fatti, usi e costumi facilmente ironizzabili, in una chiave comica e utilizzando il cosiddetto “linguaggio di oggi”. I cosiddetti Youtubers hanno realtà e vissuti differenti, sono ragazzi che frequentano l’università (ne è un esempio Riccardo Dose) o sono diplomati e lavorano (Damiano), trascorrendo il loro tempo libero a comunicare e tenersi in contatto con chi da diverso tempo segue le loro dinamiche e apprezza la comicità e la capacità di intrattenere con cui impostano i loro video.

Ritengo doveroso pertanto fare alcune considerazioni in merito ai commenti diffusi a seguito della pubblicazione del programma: il Consiglio dei Giovani si è insediato da qualche mese a questa parte e, sin dal primo giorno, si è messo a lavoro per regalare ai giovani possibilità, iniziative e progetti di cui si sente la necessità in città (primo tra tutti il progetto di ampliamento dei servizi della biblioteca comunale che è in lavorazione). Il Consiglio non è dunque un organo esperto in materia di organizzazione di eventi. Si tratta di un gruppo di giovani, di età diverse, che volontariamente cerca di interpretare i gusti e le esigenze di una particolare fascia di età della popolazione apriliana e di concedere loro ciò che più si addice alle loro esigenze. Essere riusciti, in una sola settimana, a creare un evento che ha riscosso molta popolarità tra i ragazzi ci rende particolarmente orgogliosi. Ritengo, in prima persona che la più grande risposta a quanto accennato in precedenza, sia stata data dagli oltre 600 ragazzi presenti al Parco dei Mille in una serata a loro interamente dedicata, distante dal caos dei festeggiamenti, nella quale si sono ritrovati a condividere quanto hanno in comune. Al termine della festa ci riteniamo soddisfatti per il lavoro che abbiamo portato avanti, con poca esperienza, poco tempo e poche risorse e intendiamo ringraziare il Comitato grandi eventi di Aprilia che ha supportato la nostra manifestazione, l’assessorato alle politiche giovanili, l’intera amministrazione, il service, i nostri sponsor, l’avis e la croce rossa italiana. In conclusione questo primissimo esperimento ci ha resi soddisfatti del nostro lavoro ma consapevoli che dovremo sempre e comunque migliorare la qualità e l’organizzazione di tali eventi, capacità che si possono acquisire solo con l’esperienza. Appuntamento alla seconda edizione del San Michele Young Festival augurandoci d’ora in poi di ricevere critiche costruttive ma soprattutto suggerimenti che possano aiutarci a crescere, evitando di esprimere giudizi affrettati”.


Lo dichiara in una nota Stefano Ruggiero, Presidente del Consiglio Comunale dei Giovani di Aprilia.