Piana delle Orme nella Rete Nazionale dei Musei Aeronautici

Il 22 settembre a Roma, presso il Palazzo Aeronautica, è stata costituita la Rete Nazionale dei Musei Aeronautici. Della rete fanno parte: il Museo Storico dell’Aeronautica Militare con sede in Vigna di Valle (RM), il Museo Gianni Caproni di Trento, il Museo “Francesco Baracca” di Lugo (RA), il Parco e Museo del Volo – Volandia di Somma Lombarda (VA) e il Museo Piana delle Orme – Borgo Faiti. L’accordo siglato, valido fino al 2019, è il primo nel suo genere tra soggetti della museologia di settore.

L’Aeronautica Militare, rappresentata per l’occasione dal Generale Claudio Salerno, Capo Ufficio Generale
per la Comunicazione della Forza Armata, coordinerà la rete attraverso il suo Museo Storico di Vigna di Valle. Il progetto è nato nel 2014 quando l’Aeronautica Militare ha sottoscritto delle convenzioni quadro finalizzate a instaurare, attraverso le maggiori realtà museali di settore, tra le quali Piana delle Orme, una collaborazione permanente per la salvaguardia del patrimonio storico aeronautico nazionale e per la diffusione della cultura tecnico-scientifica, storica e tecnica del volo in tutte le sue manifestazioni e forme. La costituzione della Rete Nazionale dei Musei Aeronautici rappresenta il punto di arrivo di un importante percorso di costruzione di collaborazioni tra i singoli soggetti di settore a livello nazionale.


Presenti alla firma dell’importante accordo: Davide RANALLI, Sindaco di Lugo (RA) per il Museo “Francesco Baracca”; Maurizio LONGONI, conservatore del Parco e Museo del Volo – Volandia; il Gen. B.A. Claudio SALERNO in rappresentanza dell’Aeronautica Militare; l’Assessore alla cultura, cooperazione, sport e protezione civile della Provincia autonoma di Trento, Tiziano MELLARINI e Alda
DALZINI, direttore del Museo Piana delle Orme di Borgo Faiti.

“L’impegno profuso in questi anni dal museo Piana delle Orme per la diffusione della cultura del volo e la
conoscenza dell’eccellenza delle capacità operative della nostra Aeronautica Militare, ci colloca tra i più
importanti musei aeronautici italiani” – dichiara Alda Dalzini. “Siamo grati all’Aereonautica Militare, al
Capo di Stato Maggiore Gen. Preziosa e al Gen. Salerno, in particolare, per averci coinvolti in questa
importante iniziativa. Siamo l’unica realtà espositiva del centro-sud a far parte di questo sistema museale e
questo credo sia per la città di Latina e per tutti gli appassionati del volo, motivo d’orgoglio. La nascita
della Rete Nazionale dei Musei Aeronautici, grazie alle sinergie collaborative messe in campo dai singoli
musei, porterà nell’immediato futuro alla realizzazione eventi di enorme rilevanza”.