Senza paura tra le onde: salvataggi da record a Sabaudia

Giovanni Parmentola  de Lo Scoglio
Giovanni Parmentola
de Lo Scoglio

Le spiagge di Sabaudia possono dirsi davvero sicure. Almeno per quanto riguarda il personale in spiaggia che oggi, in due punti diversi ha effettuato salvataggi in extremis.  Le condizioni del mare non erano buone ma qualche turista ha comunque pensato di farsi un tuffo con il risultato di non riuscire più a tornare indietro per la forte corrente.

Il primo intervento è stato effettuato questa mattina presso lo stabilimento Lo Scoglio di Sabaudia. A tuffarsi in acqua il bagnino Giovanni Parmentola che, nonostante la forte corrente ha tratto in salvo un turista proveniente dalla Toscana  in difficoltà.


bagnini2
Gianluca Merangolo, Fabrizio Cestra, Andrea Campacci Andrea Zampilloni del Lilandà

Un salvataggio lampo proprio come quello effettuato nel primo pomeriggio questa volta in prossimità della spiaggia libera davanti Villa Volpi. Ad intervenite tempestivamente i bagnini dello stabilimento Lilandà. In acqua: Gianluca Merangolo, Fabrizio Cestra, Andrea Campacci ed il proprietario  Andrea Zampilloni. Ad arrancare tra le onde ben sei persone tra cui due minori, un’emergenza venutasi a creare nel giro di pochi minuti e in punti diversi. Anche in questo caso, salvataggio liscio come l’olio.