Gaeta, la crisi si allarga: Mitrano fa fuori anche l’assessore Vona

Il sospetto che le mani intrecciate tra loro a braccia alzate e i proclami di unità e compattezza dei componenti della giunta del sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano, siano stati solo i segni evidenti di una messainscensa, sembra ora diventare più una certezza. E non solo perchè i motivi ufficiali (incarico ricevuto da Forza Italia a livello regionale) della discussa deposizione dell’ex vicesindaco in carica ed ex assessore ai lavori pubblici Cristian Leccese, sostituito da Raffaele Matarazzo, sono immediatamente stati messi in discussione dal più eletto tra i consiglieri comunali proprio di Forza Italia Eduardo Accetta, che ha ricordato, senza chiarirlo, che ben altri che l’annunciato turn-over in giunta, sono i motivi del siluramento. Ma perchè ora sembra essere arrivato il turno di un altro assessore, quello all’ambiente Alessandro Vona, finito nel tritacarne dell’opinione pubblica a causa di un servizio di raccolta rifiuti che fa acqua da tutte le parti, e che contemporaneamente costa invece caro sotto il profilo delle tariffe ai cittadini gaetani.

mottola
La coordinatrice dell’Udc di Gaeta Simona Mottola

Anche qui Accetta è stato colorito ma chiaro, intervenendo sui risultati di raccolta sbandierati dal sindaco: “50 percento di differenziata? direi più 100 percento di figure di merda”. D’altra parte i primi segnali della presenza di gravi problemi con la gestione rifiuti in città sono già arrivati negli ultimi mesi, quando hanno messo le mani sull’appalto della ditta Ecocar, prima l’Anticorruzione di Raffaele Cantone e poi anche la Dda di Roma. Insomma secondo indiscrezioni il prossimo ad essere fatto fuori, e neanche tra troppo tempo, forse alla fine dell’estate, sarà Alessandro Vona. Eppure proprio nell’ultima conferenza stampa di addio a Leccese è stato il sindaco in persona a voler dedicare l’apertura del suo intervento agli ottimi risultati raggiunti con la differenziata. Forse si trattava di un altro commiato. Sta di fatto che nella scelta del nuovo assessore all’ambiente andranno rispettati gli accordi elettorali, e così anche se l’unico consigliere comunale degli alleati dell’Udc Giuseppe Matarazzo, alleato non lo è più, potrebbe essere proprio un elemento Udc a sostituire Vona. Alte le percentuali di nomina dell’attuale coordinatrice cittadina del partito, fedelissima del “grande capo” Michele Forte, e che non ha mai nascosto la sua approvazione per Mitrano, Iolanda Simona Mottola, che peraltro con Matarazzo non c’è mai andata d’accordo, accogliendo con disapprovazione la decisione del consigliere di lasciare la maggioranza per l’opposizione. Si avrebbe in Consiglio un assessore e un consigliere dello stesso partito, ma che siedono negli opposti schieramenti. Insomma una prosepttiva che non promette di alleggerire il clima.


In alternativa, rimanendo in seno a Forza Italia, circola il nome dell’ex assessore provinciale e imprenditrice titolare di uno stabilimento balneare, Fulvia Frallicciardi. Anche se la sua candidatura non sembra realistica. In ballo anche qualche nome dei vecchi iscritti del partito della Vela. Nei prossimi giorni, insomma, ci sarà la quinta sostituzione.