Fondi, matrimonio con furto in chiesa: donna inseguita dagli invitati. Arrestata dall’Arma

Matrimonio rocambolesco, lunedì, a Fondi. Con tanto di furto in chiesa ed annesso inseguimento degli invitati tra gli stretti vicoli del centro storico, culminato nell’arresto, da parte dei carabinieri sopraggiunti nel frattempo, di una 43enne del posto.

Gli sposi avevano appena pronunciato il fatidico sì all’interno della caratteristica ex collegiata di Santa Maria, dal 2013 Santuario della Madonna del Cielo. Gli invitati si erano avviati a frotte verso i festeggiati per gli auguri di rito. Euforia e commozione; calorose strette di mano e selfies. Momenti di distrazione generale, culminati con una mano lesta al lavoro sullo sfondo. La 43enne, appunto, già nota per alcuni precedenti inerenti gli stupefacenti: si è introdotta in chiesa, ha trafugato un borsello lasciato incustodito contenente 1570 euro (con tutta probabilità i soldi di una “busta”), poi si è allontanata. Credeva di essere passata inosservata, invece nell’arco di una manciata di minuti si è trovata col fiato sul collo, braccata da un buon numero di invitati inviperiti. Vestiti a festa a rincorrere per i vicoli la ladra. Momenti surreali terminati prima col recupero di 1300 euro, che la donna aveva tentato di nascondere lungo il tragitto, poi con la fine della fuga della 43enne, immobilizzata in attesa dell’arrivo dei carabinieri. Portata presso la Tenenza, i militari del comandante Ivan Mastromanno hanno fatto intervenire un’agente della Municipale, che in seguito alle perquisizione personale le ha trovato in tasca i 270 euro mancanti all’appello. Riconosciuti senza ombra di dubbio grazie alla presenza, nella mazzetta di contanti, di una banconota da venti euro facsimile, opportunamente denunciata dall’invitato derubato. Espletate le formalità di rito, in attesa della donna è stata momentaneamente posta ai domiciliari.