Musica troppo alta, chiuso per sette giorni “Neroopaco” a Sabaudia

Il Sindaco del Comune di Sabaudia, il 6 agosto 2015, a seguito dei numerosi controlli operati nei precedenti mesi, dai Carabinieri della locale Stazione e da personale dell’ARPA Lazio, presso il locale di intrattenimento musicale “Nero Opaco”, emetteva Ordinanza con la quale disponeva l’immediata cessazione di attività musicali all’interno dell’esercizio pubblico.

Il provvedimento scaturiva a conclusione delle suddette attività di controllo, esperite in più circostanze dal citato personale, attivato dalle denunce di numerosi residenti che lamentavano da tempo gravi disagi derivanti dall’uso indiscriminato di apparecchiature musicali il cui suono arrecava disturbo alla quiete pubblica.


Effettivamente dalle ispezioni effettuate erano state riscontrate violazioni in materia di inquinamento acustico per superamento di emissione dei decibel previsti.

Nei giorni 13 e 19 agosto, i militari del citato Comando Arma, espletavano ulteriori controlli presso il suddetto locale, verificando in entrambe le circostanze l’inosservanza al provvedimento del Sindaco, in quanto si aveva modo di rilevare che non era stato rispettato il divieto di cessare le attività musicali.

Nella giornata di ieri, 20 agosto, l’Autorità Comunale, in conseguenza delle ulteriori segnalazioni pervenute dall’Arma, emetteva apposita ordinanza di chiusura del locale, con sospensione delle attività per un periodi sette giorni.