Spinosa: “Siamo i padroni di casa”, i retroscena dell’inchiesta al Porto

Spinosa: “Siamo i padroni di casa”, i retroscena dell’inchiesta al Porto

gaeta porto intergroup (Medium)IN DIFESA DI DI SARNO – Soprattutto però, Spinosa “spende la sua influenza e muove le sue conoscenze per tentare si sminuire la gravità delle condotte di Di Sarno” coinvolgendo anche il presidente, vicino al Partito Democratico, dell’Associazione Operatori Portuali di Gaeta Damiano Di Ciaccio che invita a fare una dichiarazione come emerge in una conversazione tra questi e Di Sarno. E’ sempre marzo 2014 e si parla di un incontro da organizzare da tra il presidente dell’Autorità Portuale Pasqualino Monti attraverso l’interessamento di Spinosa. Una telefonata apparentemente normale in cui Di Sarno, inoltre, si lamenta dell’aumento della tassazione per lo sbarco merci ma che cambia sul finale in modo imprevedibile quando Di Ciaccio riferisce all’imprenditore che Spinosa gli ha chiesto come associazione di ““mettere un po’ d’acqua sulla faccenda del ferro” visto che non è emerso nulla”.

Damiano Di Ciaccio

Damiano Di Ciaccio

Di Ciaccio: “Ce la faresti poi una dichiarazione contro tutte queste iene che (precisazione: riportando la frase di Spinosa ndr)….Certamente che la farò, con garbo, la studiamo e la motiviamo bene e diciamo”.

 

A PAGINA 5 ‘RIVELAZIONE DI SEGRETO D’UFFICIO – LE INTERCETTAZIONI’

A PAGINA 6 ‘FAVORI ECONOMICI E AMMINISTRATIVI AI PRIVATI’

Pagina: 1 2 3 4 5 6

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]