Pd Sabaudia: “Bilancio 2015/2017, cifre gonfiate”

Pd Sabaudia: “Bilancio 2015/2017, cifre gonfiate”

“Dopo la ubriacatura derivata dal successo del Sabaudia Film Fest,  questa Amministrazione sotto la regia del duo Sindaco – Assessore al Bilancio sta per realizzare un film di fantascienza, che definirlo Kolossal è riduttivo, dal titolo Bilancio Preventivo 2015/2017, ma che per i sabaudiani rischia di diventare un horror stile Dario Argento, tanto per rimanere sul tema della nuova vena cinematografare scoperta da poco dal nostro beneamato Lucci.

Di cosa si tratta: E’ di questi giorni il pesante j’accuse dell’ex capogruppo del PDL Giampiero Fogli rivolto al Sindaco Lucci, nel quale in buona sostanza si sostiene che i Bilanci dal 2012 del Comune di Sabaudia sono taroccati, in quanto gonfiati da residui attivi non più esigibili come sottolineato da una nota della Corte dei Conti del 2012, e confermato dal riaccertamento straordinario dei residui attivi di questi giorni che hanno lasciato in eredità, alle future generazioni di sabaudiani un mutuo di circa 230.000 euro per 30 anni a copertura del debito, affermazioni quelle del Fogli che a tutt’oggi non sono state smentite e che fanno intendere che anche i bilanci dal 2010 al 2015 possano incorrere nelle stesse dinamiche distorte.

A fronte di ciò che cosa si apprestano a fare i novelli Spilberg e Lucas al secolo Sindaco e Assessore, sul fronte del Bilancio preventivo 2015? Niente di nuovo se non l’usato sicuro del continuare a gonfiare l’entrate anche alla luce del debito fuori bilancio nuovo di zecca di un milione e duecentomila euro grazie alla causa persa contro gli avvocati Argano e Pietrosanti per vecchie parcelle, nella fattispecie andiamo a elencarle dopo una veloce e non ancora approfondita lettura delle carte messe a disposizione dalla Amministrazione. La cancellazione di 1,9 milioni di euro di residui attivi dovrà essere coperta dagli incassi derivanti dal diritto di superfice, che i proprietari di case costruite in edilizia economica e popolare dovranno pagare su base volontaria per importi che vanno dai 2.000 ai 3.000 euro per entrare in possesso della totalità della loro proprietà e quindi poterla rivendere a un prezzo libero scevro da vincoli.

Ora in un momento di grave crisi economica specialmente nel ceto medio un esborso di quella entità per un problema che in molti casi si potrà configurare fra 99 anni ci pare poco probabile. Stimano una entrata dell’IRPEF superiore del 30% rispetto a quella dello scorso anno, anche i revisori dei conti la considerano una previsione irrealistica. La Società Crismatica affidataria del recupero delle tasse e delle imposte evase prevede un incasso pari a 650.000 euro con un agio per la stessa pari a 200.000 euro. Quando si fà presente al Segretario Comunale che per dette cifre non si può procedere con un appalto diretto, dagli uffici ci fanno sapere che l’incasso stimato è di 150.000 euro con un agio per la società di 40.000 euro, pertanto tutto regolare, se non fosse per il fatto che la cifra in bilancio rimane quella di 65000 euro. Tutto ciò considerato nè consegue che il bilancio di previsone 2015, per ciò che attiene alle entrate, è sovrastimato per circa 4 milioni di euro, che comunque verranno spesi portando il Consuntivo 2015 allo stesso sbilanciamento.

Ora sulla scorta di quella raccomandazione allo studiare bene le procedure per la realizzazione dei bilanci rivolta dall’Assessore nell’ultimo consiglio comunale, e a tutti i membri dell’assemblea ci augureremmo specialmente che da parte dei consiglieri di maggioranza ci sia una attenta e scrupolosa verifica di quello che saranno chiamati a votare, sfatando quella diceria che sono lì solo per alzare la mano a comando ,ricordandogli che come lo Yogurt, anche questa consiliatura ha la data di scadenza, ergo poi diventa difficile spiegare ai propri concittadini certi tipi di scelta“.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social