PD: “Continua il lavoro intrapreso dal Partito Democratico verso la nuova urbanistica”

PD: “Continua il lavoro intrapreso dal Partito Democratico verso la nuova urbanistica”

“Durante il tavolo di ascolto e concertazione, organizzato dal Partito Democratico del comune di Latina il 13giugno presso la sala conferenze del Palazzo M, i vertici del partito, comuni cittadini, affermati professionisti coadiuvati dal responsabile comunale del PD per il settore urbanistica e lavori pubblici Alessandro Patti, hanno dapprima svolto alcune doverose considerazioni riguardo la situazione urbanistica attuale. Le inchieste giudiziarie sulle varianti ai PPE, la chiara necessità di coordinare gli sviluppi urbanistici; gli spazi urbani, attualmente carenti, inappropriati, poco vivibili; dove il peso dello spazio pubblico è minimo e formano quartieri anonimi, senza identità. Si è evidenziata la centralità degli edifici residenziali, come anche degli interessi di pochi a discapito della città e dei cittadini.

Nuovo Piano Regolatore, riqualificazione e ristrutturazione dell’esistente. Una visione strategica dell’urbanistica locale riconoscendo la centralità dell’edilizia residenziale pubblica come elemento prioritario di sviluppo per il territorio urbano e periurbano. I nuovi quartieri di edilizia residenziale pubblica devono essere necessariamente biocompatibili, garantendo soluzioni tecnologiche e architettoniche “Smart”, in modo da assicurare una elevata qualità urbana. Per contrastare l’emergenza abitativa si sono pensati sistemi ridistributivi del patrimonio edilizio pubblico inutilizzato e del patrimonio fondiario già del Comune, acquisito tramite la perequazione urbanistica. Questi sistemi sono volti ad abbassare in  modo drastico e definitivo i prezzi di acquisto degli immobili di Edilizia Popolare come anche quella Sovvenzionata, per i cittadini in difficoltà che non riescono a rivolgersi al libero mercato.

Elemento nodale è costituito dalla definizione chiara di linee di sviluppo prioritario. Si è affrontato il tema della pianificazione strategica e strutturale volta non solo a organizzare il presente ma anche a gestire in maniera chiara e trasparente sviluppi urbanistici a lungo termine. La partecipazione dei cittadini in questo processo pianificatorio è oltre che necessaria, indispensabile per rimettere la pianificazione urbanistica al servizio della comunità. I processi di sviluppo urbanistico devono valorizzare strategicamente le tipicità del territorio e le relative potenzialità. Un’urbanistica per contratti, non più calata dall’alto ma interscalare e predisposta tra operatori istituzionali, economici e cittadini.

L’appuntamento si rinnova alla festa provinciale del PD presso i giardinetti pubblici di Latina dal 17 luglio, in cui si continuerà a lavorare a questo nuovo modo di fare urbanistica. Volto finalmente – conclude il comunicato –  a conferire ai luoghi urbani pubblici ed agli abitanti, il ruolo centrale nel processo pianificatorio. Tornando, insomma ad un’urbanistica che mette al primo posto la pubblica utilità e che redige strumenti ed atti amministrativi ad esclusivo servizio degli interessi dei cittadini.”

You must be logged in to post a comment Login

h24Social