Buttafuori accoltellato a Gaeta, a processo l’aggressore

Buttafuori accoltellato a Gaeta, a processo l’aggressore

A giudizio il diciottenne che, il 7 marzo scorso, nel centro storico di Gaeta accoltellò un bodyguard. Accogliendo la richiesta del sostituto procuratore della Repubblica di Cassino, Arianna Armanini, il gip Valerio Lanna ha disposto un processo, con rito immediato, per Pierfrancesco Troiani, di Formia, accusato di tentato omicidio, rissa e porto illecito di arma bianca.

Tre mesi fa, fuori da un locale di via Faustina, nella città del Golfo, scoppiò una rissa. A cercare di riportare la calma intervenne un buttafuori del disco pub, che rimase però accoltellato. Secondo gli inquirenti, a colpire il bodyguard e soprattutto a cercare di ucciderlo è stato Troiani, attualmente agli arresti domiciliari. Il diciottenne ferì il buttafuori al torace, colpendolo con una lama della lunghezza di sei centimetri. Interrogato dal gip, il formiano, difeso dall’avvocato Pasquale Cardillo Cupo, aveva invece sostenuto di essere stato aggredito da molti giovani a lui sconosciuti e di aver tirato il coltello fuori dalla tasca solo per difendersi, ferendo involontariamente il buttafuori.

Il processo è fissato per il prossimo 13 ottobre, davanti al Tribunale di Cassino, ma non è escluso che l’imputato chieda di essere giudicato con rito abbreviato, che gli consentirebbe lo sconto di un terzo della pena.

Comments are closed.

h24Social