Aprilia, il Sindaco: “Chiarimenti sull rinegoziazione dei mutui”

Aprilia, il Sindaco: “Chiarimenti sull rinegoziazione dei mutui”

“Circa le dichiarazioni del cosiddetto gruppo dei Grillini Apriliani, diffuse da alcuni media locali, relativamente alla rinegoziazione dei mutui con la Cassa Depositi e Prestiti vorrei precisare alcuni aspetti che probabilmente sfuggono allo stesso gruppo -lo dichiara in una nota il sindaco di Aprilia, Antonio Terra.

La Cassa Depositi e Prestiti è una istituzione pubblica e tra le diverse e importanti attività che la legge gli affida, vi è anche quella di concedere mutui agli enti pubblici a tassi agevolati proprio per permettere agli stessi l’erogazione/mantenimento dei livelli minimi essenziali dei servizi, nonché il finanziamento di opere pubbliche strategiche, come potrebbe essere un edificio scolastico, solo per fare un esempio.

La rinegoziazione dei mutui a tassi agevolati, recentemente approvata dal Consiglio Comunale, è un’opportunità che viene offerta e alla quale hanno già aderito circa quattromila e quattrocento Comuni italiani. È notizia del giorno che anche la vicina Cori ha fatto la stessa cosa.

Evidentemente, poi, ai simpatizzanti Grillini di Aprilia, sfugge il fatto che anche la Giunta Cinque Stelle di Pomezia con Delibera di Consiglio Comunale n. 60 dello scorso dicembre 2014 ha utilizzato la rinegoziazione dei mutui.

Più obiettivamente, a noi sembra di avere con la vicina Pomezia molti punti in comune, a partire dal 1999 quando chi ci ha preceduto, sciaguratamente, ha deciso di affidare l’intera gestione dei tributi ad una società privata. I nostri due Comuni sono stati per dieci anni soggiogati dell’Aser e hanno attraversato stagioni durissime, con lo sventato pericolo del dissesto finanziario. Forse qualcuno ad Aprilia, perché ha poca memoria o peggio solo per visibilità politica, ha dimenticato i debiti che abbiamo ereditato nel 2009 con l’affermazione della coalizione Civica. Probabilmente, infine, chi lancia accuse generiche circa spese per incarichi e consulenze, dovrebbe farlo direttamente in modo circostanziato presso la Procura della Repubblica, perché detta così continua ad essere solo strategia della diffamazione fine a se stessa”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]