Ospite di APL, Mario Borghezio all’incontro: “Emergenza immigrazione e campi nomadi”

Sabato 6 giugno alle ore 17.30 si svolgerà presso il Wine & Coffee bar “Al Vecchio Gattone” di Via Carroceto 180 ad Aprilia, l’incontro organizzato da Aprilia in Prima Linea con ospite l’europarlamentare Mario Borghezio (Lega Nord), dal titolo “Emergenza immigrazione e campi nomadi”.

La questione della presenza di una folta presenza di Rom sul nostro territorio è arrivata ad un livello tale che, abbiamo ritenuto necessario investire della problematica l’On. Borghezio al quale chiederemo di farsi carico presso le istituzioni, delle richieste di legalità e sicurezza dei cittadini apriliani. In particolar modo ci riferiamo alla presenza nell’area industriale di via della Chimica, di un’area occupata da anni in modo abusivo la quale è divenuta la base logistica criminale, e che è arrivata ad esportare le proprie gesta addirittura oltre i confini regionali.


Esistono inoltre ovvie ragioni di carattere sanitario soprattutto in vista dell’arrivo dell’estate ma, soprattutto, evidenti ragioni legate alla legalità e alla sicurezza. Infatti, gli imprenditori che eroicamente ancora cercano di resistere alla crisi dando lavoro nella nostra città, hanno dichiarato non molto tempo addietro, di stare prendendo in considerazione l’idea di fare armi e bagagli e trasferirsi altrove visto il continuo stillicidio di furti nelle loro aziende.

Il Sindaco di Aprilia, oltre le solite chiacchiere di rito sulla videosorveglianza ormai eretta ad unico rimedio per tutti i mali, il solito peloso buonismo in materia di accoglienza, e la sua malcelata volontà d’ingraziarsi le gerarchie politiche romane del Pd, non prende alcun provvedimento. Inoltre, per non disturbare le troppe “anime belle” presenti nella sua maggioranza, evita di prendere provvedimenti girandosi dall’altra parte anche quando si parla di far intervenire gli assistenti sociali per gli evidenti casi di sfruttamento minorile davanti ai supermercati della città o ai semafori.

Aprilia in Prima Linea attraverso Mario Borghezio chiederà ulteriormente al Prefetto di Latina, di escludere Aprilia dalla lista delle città a cui chiedere di ospitare nuovi immigrati clandestini, secondo le nuove direttive lanciate dal Governo, e di risolvere il problema di via della Chimica sgomberando la struttura e ripristinando la legalità. Questo territorio massacrato già dal punto di vista ambientale, preda di una depressione lavorativa ulteriormente aggravata da un contesto di sicurezza pubblica spaventoso, rischia di gettare la spugna definitivamente nonostante abbia tante risorse.

Chiediamo che si sgomberino gli insediamenti abusivi occupati e con opportuni lavori – finanziabili dai fondi europei e regionali – vengano affidati a giovani imprenditori apriliani per avviare le loro start up e creare lavoro. Di questo ha bisogno Aprilia. Già ad aprile ci occupammo con il Consigliere Regionale di Riva Destra Fabrizio Santori all’interno del nostro “Piano organico per la sicurezza”, di questo problema ma abbiamo ritenuto necessario, un approfondimento anche alla luce dei risvolti di cronaca di queste settimane. Certezza del diritto, nessun alibi a coloro che lucrano sull’immigrazione selvaggia e incontrollata ma allo stesso tempo, tolleranza zero verso chi non vuole rispettare le leggi del nostro Paese ma è pronto a chiedere diritti troppo spesso negati anche agli italiani.