Mafia Capitale bis, ai domiciliari 22enne di Aprilia

Il centro di Mineo (Ct)

Coinvolta anche la provincia di Latina nell’inchiesta Mafia Capitale bis. Una delle 44 misure cautelari, richieste dalla Dda di Roma e disposte dal gip Flavia Costantini, è stata eseguita ad Aprilia. Ai domiciliari l’apriliano Marco Bruera, 22 anni, collaboratore di Luca Odevaine, ex capo di gabinetto di Veltroni. Bruera, insieme allo stesso Odevaine e ad altri, è accusato di corruzione nell’ambito della gestione dei migranti, in quanto sarebbe stata favorita nell’affidamento della gestione del centro di Mineo (provincia di Catania), in cambio di mazzette, la coop La Cascina.

E a consegnare le mazzette pagate dagli imprenditori a Odevaine sarebbe stato proprio il 22enne, incaricato della predisposizione della documentazione fittizia finalizzata a giustificare l’ingresso delle somme nelle casse delle fondazioni e delle società riferibili all’ex capo di gabinetto. Una serie di operazioni iniziate nel 2011 e andate avanti fino allo scorso anno.