Incendio boschivo al Belvedere D’Ulisse, Ancsabaudia interviene e richiede più controlli

il 3 giugno alle ore 20,43 la sala radio Sabaudia riceveva richiesta di intervento dalla sala operativa Regione Lazio. L’equipaggio composto dal M.llo Cav. Enzo Cestra e dal volontario Eduardo Capuanello del  Nucleo Ancsaudia147 si portavano immediatamente a Sabaudia, lottizzazione Belvedere D’Ulisse, altezza civico 43, dove poco prima degli ignoti, dopo aver scaricato dei cumuli di erba tagliata nei giardini delle ville e materiali di risulta, li depositavano all’interno del boschetto al margine della predetta lottizzazione. Per far perdere le tracce appiccavano il fuoco.

Le fiamme, oltre a danneggiare  6 piante di alto fusto di eucalipto e sotto bosco, hanno danneggiato anche due pali dell’illuminazione pubblica. Tali episodi gia’ si sono verificati all’inizio del 2015, ma anche nel 2014 sono stati effettuati interventi sempre nello stesso luogo per altri incendi.


C’e’ da premettere che il boschetto a lato della lottizzazione e’ un polmone di verde dal valore inestimabile e non puo’ essere distrutto per far sparire dei vegetali. L’Ancsabaudia fa appello alle autorita’ affinche si faccia istallare la segnaletica verticale di divieto di scarico, e si svolgano piu’ controlli. Si rende noto inoltre che gli incendi vengono appiccati sempre nelle ore notturne. Tale comportamento scellerato rende piu’difficile l’intervento e si mettono a rischio le proprieta’ vicine, e sopratutto l’azione dei volontari.

Sul posto e’ intervenuta anche una squadra dei Vigili del Fuoco di Terracina che hanno proceduto alla quantificazione dei danni. I volontari per avere la meglio sulle fiamme hanno lavorato fino alle ore 22,10. Nessun danno alle persone.