Fondi, operazione “San Magno”: fissato l’appello dei fratelli Zizzo

Rinviata nei giorni scorsi per un difetto di notifica, la prima udienza del processo d’appello nei confronti dei coinvolti nell’operazione “San Magno” condannati l’estate scorsa al termine del rito abbreviato è stata fissata per il prossimo 11 giugno.

Tra le posizioni che saranno vagliate, quelle dei fratelli fondani Alfiero e Carlo Zizzo, considerati al vertice del presunto sodalizio dedito al traffico di stupefacenti sgominato al termine dell’operazione, portata a termine nel novembre 2012 dai carabinieri del Comando provinciale di Latina con l’arresto di 36 persone tra Fondi, Terracina e Fondi. Per gli Zizzo, in primo grado, il Tribunale di Roma aveva inflitto 17 anni a testa. Condanne pesanti, nonostante alcuni capi d’imputazione venuti meno, anche per altri degli imputati che avevano optato per l’abbreviato: 15 anni per Massimiliano del Vecchio, 10 anni a Massimo Iacozza, 9 anni e 8 mesi a Luca Caporiccio, 9 a Massimiliano Pannozzo, poco più di 8 a Remo Rega, 6 a Giuseppe Di Biasio e Massimiliano Cecconi.