“Guardiaparco in erba”, i bambini nel Parco di Gianola e Monte di Scauri

Come per gli anni precedenti, anche quest’anno, è stata attivata la stazione di inanellamento nel Parco di Gianola e Monte di Scauri. Qui i tecnici specializzati dell’Ente Parco hanno provveduto al censimento e alla schedatura degli stormi di volatili che, durante la migrazione che li porta verso i siti di nidificazione in Italia e in Europa, fanno sosta nel promontorio di Gianola.

Come ogni anno è stata data la possibilità alle scolaresche giunte al Parco per effettuare escursioni didattiche di assistere alle attività di ricerca. Coniugare la ricerca scientifica con l’educazione ambientale per i più giovani è stato l’obiettivo primario dell’Ente Parco e, combinando le escursioni gestite dai guardiaparco nell’ambito del progetto “Guardiaparco in erba” (che ha portato i bambini nel Parco dopo avere svolto lezioni in classe durante l’inverno) con quelle delle associazioni ambientaliste che da anni collaborano con il Parco, sono stati più di 1.600 i bambini che hanno potuto trascorrere una intera giornata immersi nel verde del Parco di Gianola fra le meraviglie della nostra natura incontaminata potendo anche apprendere le tecniche di marcatura e misurazione degli uccelli e vedere “da vicino” questi splendidi animali.


L’apprezzamento e i ringraziamenti ricevuti dagli insegnanti e, più ancora, la gioia e la meraviglia negli occhi dei bambini partecipanti alle attività testimoniano che l’intento educativo e di sensibilizzazione è stato pienamente raggiunto e forniscono un ulteriore sprone a proseguire in questa direzione.

1.115 bambini dalle scuole di Formia ma anche 180 da Guidonia, 100 da Velletri, 130 da Gaeta, 50 da Cassino e 50 da Terracina, senza contare che in questi giorni ancora altri 300 bambini (provenienti dalla provincia di Roma) verranno accompagnati in escursione dalle associazioni accreditate dall’Ente Parco per arrivare ad un totale di circa 2.000 piccoli visitatori.

Un particolare ringraziamento al personale del Servizio Naturalistico, ai Guardiaparco, al Servizio Promozione nonché alle associazioni Ambiente & Natura è vita, Equilibri naturali e Gruppo Scout Formia 1.

Nel mese di ottobre verrà riproposta l’attività di ricerca per intercettare i flussi di uccelli migratori di ritorno in Africa; chiunque sia interessato all’attività potrà informarsi presso gli uffici dell’Ente Parco (contatti sul sito www.parcorivieradiulisse.it).