Rapina alla gelateria Lavezzi, 29enne ai domiciliari

Arresti domiciliari per il 29enne M.L., fermato lo scorso 27 marzo dai carabinieri della compagnia di Formia per la rapina compiuta tra il 24 e il 25 marzo ai danni della gelateria Lavezzi dove è ritenuto il complice di Giovanni Morlando, secondo gli inquirenti autore materiale del colpo. Il gip del Tribunale di Cassino, Donatella Perna, infatti, ha accolto l’istanza di sostituzione della misura cautelare in carcere con quella degli arresto domiciliari avanzata dall’avvocato Pasquale Cardillo Cupo.

“Necessità per il giovane indagato di sottoporsi a delle cure al fine di superare definitivamente un precedente problema di tossicodipendenza”, ha motivato il legale che, inoltre, a margine della decisione del gip, è tornato anche sulla posizione di Morando: “La difesa è in attesa di discutere il Ricorso in Cassazione contro l’applicazione della misura cautelare, essendo per il difensore gli indizi a carico del Morlando insufficienti a fondare una prognosi di certezza circa l’effettiva responsabilità nella commissione della rapina contestata”.