Tra Sabaudia e Latina arrestati tre ladri pronti a entrare in azione

Tra Sabaudia e Latina arrestati tre ladri pronti a entrare in azione

Nella giornata di ieri, a Sabaudia e Latina, nel corso di servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione dei furti in abitazione in occasione dell’esodo del “ponte del Primo Maggio”:

alle ore 16 circa i militari delle Stazioni Carabinieri di Sabaudia e Borgo Grappa, deferivano all’A.G. due giovani di etnia Rom, domiciliati presso un campo nomadi della capitale, responsabili di “Resistenza a P.U. e Possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli”.

In particolare venivano notati dai Carabinieri, mentre nei pressi di alcune abitazioni del centro di Sabaudia, si aggiravano con fare sospetto a bordo di un autovettura, nel chiaro intento di compiere furti negli appartamenti rimasti incustoditi.

Alla vista dei militari, i due si davano a precipitosa fuga durante la quale, a causa di una brusca manovra, collidevano con l’auto contro la recinzione di una pizzeria, venendo quindi bloccati dagli operanti. L’immediata perquisizione del veicolo utilizzato dai fermati, consentiva di rinvenire all’interno dell’abitacolo, attrezzi atti allo scasso, sottoposti poi a sequestro, confermando così i sospetti degli uomini dell’Arma intervenuti tempestivamente a contrastare l’azione dei malviventi;

– alle successive ore 19 circa, militari della Stazione Carabinieri di Borgo Podgora, coadiuvati dai Carabinieri del locale NORM – Aliquota Radiomobile, traevano in arresto M.E.C. 30 enne romeno, in Italia senza fissa dimora, con precedenti per reati contro il patrimonio, poiché sorpreso, insieme ad altro connazionale, mentre si aggirava senza fornire valide giustificazioni, con fare sospetto, a bordo di autovettura, nei pressi del centro abitato di Borgo Carso.

Dai contestuali controlli effettuati sul posto, attraverso l’interrogazione delle Banche dati elettroniche, i Carabinieri accertavano che nei suoi confronti pendeva un ordine di carcerazione, emesso il 23.04.2014, dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Firenze, dovendo espiare una pena residua di più di un anno di reclusione.

L’arrestato è stato associato presso la locale Casa Circondariale.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]