Accoltellato a Bassiano, é stata la fidanzata

Ignoti e presunti ladri non c’entravano nulla con l’accoltellamento di un 45enne di Bassiano. A colpire la vittima all’addome, il 30 novembre scorso, è stata la fidanzata. Ne sono convinti gli inquirenti, che hanno ora arrestato la donna e denunciato a piede libero tanto il 45enne quanto un’amica di lei, accusati di aver mentito per sviare le indagini e proteggere così l’indagata.

La vittima, Marco Natalizio, si era presentata al pronto soccorso di Sezze, con una ferita da arma da taglio, e aveva raccontato ai carabinieri di essere uscita da un bar di Croce Moschitto, di aver visto due uomini vicino alla sua auto, di aver pensato che fossero ladri e di essere stata subito aggredita da uno dei due.


I carabinieri di Aprilia e Bassiano, affatto convinti di tale versione dei fatti, convocarono in caserma la fidanzata di Natalizio, Monica Di Biasio, anche lei di Bassiano, e un’amica di quest’ultima. Sull’auto con cui le due raggiunsero il comando dell’Arma gli investigatori avevano piazzato una microspia e, ascoltando le conversazioni delle due donne, si sono convinti che la coltellata al 45enne era stata data da Di Biasio, arrabbiata con il fidanzato per un precedente litigio. La donna è stata così arrestata e messa ai domiciliari.