Non accetta la fine della relazione, a giudizio per stalking

Non avrebbe accettato la rottura del rapporto con la moglie e, vicino ormai alla separazione, avrebbe iniziato a tormentare la donna, con telefonate e pedinamenti. Accusato di stalking, un 32enne, E.C., di Latina, è stato rinviato a giudizio dal giudice Nicola Iansiti. La prima udienza per il 32enne, difeso dall’avvocato Valentina Macor, è fissato per il 20 gennaio prossimo, davanti al giudice del Tribunale di Latina, Lucia Aielli.