Fondi, maggiori entrare in bilancio per Sociale e Urbanistica

Il comune di Fondi

Si è svolta nella mattinata odierna la Seduta Pubblica Straordinaria del Consiglio comunale, che a seguito dell’Approvazione dei verbali della seduta precedente ha visto la trattazione da parte dell’Assessore al Bilancio Vincenzo Capasso dei punti relativi alle variazioni in via d’urgenza al bilancio annuale di previsione dell’esercizio finanziario 2015 e all’istituzione dei capitoli di bilancio di cui all’art. 17 ter D.P.R. 633/1972 “Split Payment”, dei quali il Consiglio comunale era chiamato alla ratifica delle relative deliberazioni di Giunta Municipale.

Le variazioni si concretizzano in Euro 144.196,87 di nuove entrate al bilancio comunale, che saranno destinate ai Servizi sociali per il progetto distrettuale “Home Care Premium” e alla ripartizione Lavori Pubblici per interventi di recupero ambientale e di sistemazione e adeguamento di piazze e strade. Lo “Split Payment” prevede che le pubbliche Amministrazioni, e pertanto anche i Comuni, trattengano l’IVA dovuta nella fattura, per la quale pagano soltanto il corrispettivo al proprio fornitore, e la versino all’Amministrazione finanziaria con effetto dalla data in cui l’IVA diviene esigibile.
I punti sono stati approvati con 17 voti favorevoli, 4 contrari e l’astensione del Consigliere Egidio Turchetta.
Il Presidente della Commissione Urbanistica e Usi civici Giulio Cesare di Manno ha in seguito illustrato i punti relativi alle sei alienazioni di terreni gravati da uso civico riguardanti le ditte Capotosto Franco, Di Trocchio Livia, Pestillo Paola, Ciccone Rosa, Peruzzi Anna e Rossi Alessandra più altri, tutte approvate dall’assise.


Il Sindaco Salvatore De Meo ha poi relazionato sul punto relativo al programma integrato di intervento per la riqualificazione urbanistica di un’area interna al perimetro urbano di Fondi, e precisamente nelle immediate vicinanze della chiesa di San Paolo: «Si tratta di un Piano integrato finalizzato a condividere tra pubblico e privato un intervento di razionalizzazione del tessuto urbano su un’area di circa due ettari per la quale ci viene prospettata una complessiva azione di riordino e riqualificazione». Nello specifico l’intervento prevede la realizzazione di n°4 parcheggi pubblici con illuminazione, marciapiedi e fognature; dell’illuminazione dell’area con n°25 punti luce; della realizzazione di un’area a verde attrezzata con vialetti, giochi per bambini e pista di jogging, nonché di una viabilità di collegamento tra via Appia e via Lazio e di un raccordo tra via Bellini e via Rossini.
«E’ la prima volta che il Comune di Fondi utilizza tale strumento – ha poi precisato il Sindaco –, tramite il quale si può arrivare a procedimenti di riordino e riassetto del tessuto urbano e che si inserisce perfettamente nel programma di riqualificazione urbanistica predisposto dalla questa Amministrazione». Il punto è stato approvato con 18 voti favorevoli e 5 astensioni di Consiglieri di minoranza.

L’Assessore alle Attività produttive Onorato De Santis ha illustrato il punto 11 all’odg, ovvero il Regolamento della Fiera di Sant’Onorato, che disciplina le modalità di svolgimento della manifestazione fieristica di merceologia mista a carattere locale nell’area del centro urbano.
«In occasione della Festa del Santo patrono dell’Ottobre 2014 – ha ricordato l’Assessore – l’Amministrazione comunale deliberò la riorganizzazione temporanea dei posteggi della fiera nel centro cittadino in occasione dell’anno vigiliare dell’800° anniversario della traslazione del corpo di Sant’Onorato dall’Abbazia di San Magno nella chiesa cattedrale di San Pietro Apostolo. Ciò ha consentito di far rivivere a migliaia di persone la consolidata tradizione religiosa e popolare. Visto il successo in termini di partecipazione, anche agli eventi religiosi, e i benefici economici che l’iniziativa in centro ha originato, si è deciso di far svolgere la Fiera per i prossimi anni nel centro urbano e per un solo giorno, prevedendo posteggi riservati ai produttori agricoli. La concessione del posteggio, di durata quinquennale, avrà una dimensione massima determinata in base alla dimensione del mezzo in possesso dell’operatore, riportata sul libretto di circolazione, escludendo il posizionamento di sedie e tavolini all’interno dell’area perimetrale assegnata. Il canone rimarrà inalterato, ovvero pari a 2,5 Euro al mq., dimezzato rispetto a quanto stabilito a suo tempo dal Commissario prefettizio».

In seguito anche il Presidente della Commissione Attività produttive Vincenzo Refini ha illustrato gli effetti positivi dell’iniziativa, accolta altresì favorevolmente da Maria Civita Paparello che ha considerato equo il canone stabilito, poiché contempla gli interessi dell’Amministrazione e quelli dei rivenditori. Bruno Fiore ha proposto una rimodulazione al comma 11 dell’art. 3, accolta nella redazione definitiva del Regolamento, approvato dall’assise con 22 voti favorevoli e le astensioni di Antonio Forte e Luigi Parisella.

Il Presidente della Commissione Attività produttive Vincenzo Refini ha successivamente illustrato il punto all’odg sull’istituzione nella giornata del Venerdì mattina del mercato settimanale di via Martiri delle Foibe, «un mercato a tipologia mista alimentare, non alimentare, agricola e biologica, istituito in un’area circoscritta, popolosa e trafficata, in cui attualmente non sono presenti mercati del settore e che è facilmente accessibile anche da visitatori e turisti. Abbiamo dato ascolto alle categorie, in particolar modo a quella dei produttori agricoli, che chiedevano l’istituzione di un ulteriore mercato per poter collocare direttamente i propri prodotti, nell’ottica di porre sempre più attenzione a questo settore vitale per l’economia fondana, anche per offrire sempre più ai consumatori locali un prodotto a Km zero. Si è altresì provveduto al superamento delle percentuali minime previste al 10% dalla normativa relativamente alla presenza di produttori agricoli locali». L’istituzione del mercato è stata approvata con 17 voti favorevoli e 7 contrari.

Sul punto relativo all’adempimento e alle valutazioni in ordine alle partecipazioni societarie del Comune di Fondi ha relazionato il Sindaco De Meo, che ha confermato quanto approvato dal Consiglio comunale negli anni scorsi, nonché il programma di razionalizzazione in corso relativamente alle quote IMOF nella partecipata MOF.