Contrasto alla criminalità, nasce il Comitato Spontaneo Cittadino per la Sicurezza

Il giorno 27 marzo si è costituito a Formia il Comitato Spontaneo Cittadino per la Sicurezza. Il Comitato è costituito da cittadini di Formia di qualsiasi appartenenza ideologica, politica o partitica. Lo scopo del Comitato è intervenire sulle questioni legate alla sicurezza dei cittadini di Formia, fornendo la propria collaborazione alle Forze dell’Ordine e alle Istituzioni e, al contempo, esercitando una funzione di stimolo e controllo, affinché sia posta fine all’escalation di furti e di microcriminalità e ripristinare rapidamente nei cittadini, sempre più attoniti ed inermi, un minimo senso di sicurezza.

Di seguito le prime proposte del Comitato:


– Coordinamento delle diverse Forze dell’Ordine. Con la carenza di organico si rende necessario e non più procrastinabile il coordinamento delle diverse Forze dell’Ordine. Quello che sta succedendo oggi a Formia deve rappresentare il pretesto, affinché ciò finalmente avvenga;

– Interconnessione delle sale operative e organizzazione coordinamento unico reati minori;

– Organizzare un coordinamento unico che riceva e smisti i reati minori alle varie sale operative di competenza;

– Snellimento procedure ammnistrative per aumentare l’organico in strada. Le procedure amministrative hanno bisogno di essere snellite per favorire l’inserimento “sul campo” di più personale operativo;

– Collaborazione dei cittadini con le Forze dell’Ordine attraverso segnalazioni dirette al fine di velocizzare l’intervento delle forze preposte al controllo;

– Coordinamento dell’attività di cittadini volontari sul territorio;

Lungi dal voler creare le cosiddette “ronde”, è altresì necessario rendersi conto che, di fronte all’attuale penuria di mezzi, la possibilità di avere cittadini che vigilano sulle zone a rischio e in orari notturni è un’opportunità da cogliere, piuttosto che un fatto da stigmatizzare in chiave politica ed ideologica. Quelle, di cui parliamo, non sono, quindi, attività di natura violenta, quanto un supporto importante, non solo in chiave di controllo e segnalazione, ma anche di deterrenza nei confronti della microcriminalità, che oggi evidentemente considera Formia terra da saccheggiare in maniera indisturbata.

– Numero verde e portale locale per segnalazioni dei cittadini con possibilità di storico. Il numero verde e un portale locale consentirebbero la raccolta delle varie segnalazioni dei cittadini in modo da aumentare l’efficienza dell’intervento ed avere uno storico di reati che possa essere utilizzato per mappare le zone di forte interesse criminoso;

– Mappatura zone a rischio con intensificazione dei controlli al fine di intensificare i controlli in tali zone;

– Migliorare la qualità urbanistica della città per scoraggiare la criminalità;

– Aumentare l’illuminazione nelle zone degradate;

– Attività divulgativa nei confronti delle persone anziane al fine di informarle dei pericoli che nascono dall’aprire le porte della propria abitazione a persone che si presentano muniti di tesserini falsi e che hanno preso ogni sorta di informazione sulle loro vite.

Il Comitato comunica, altresì, di avere avuto nella giornata di oggi, 28 marzo 2015, un colloquio informale con il Sindaco Bartolomeo, il quale si è detto disponibile a favorire un incontro con le Forze dell’Ordine, incontro fissato per il prossimo mercoledì, 1 aprile 2015, alle ore 16:30.

Il neonato Comitato invita tutti i cittadini volenterosi di dare una mano a Formia in questo difficile momento e ad unirsi, dando la propria disponibilità ad unirsi in questa azione attraverso l’utilizzo della mail sicurezzaformia@gmail.com