Musica e tecnologia nella scuola primaria, progetto alla scuola Chiominto

Musica e tecnologia nella scuola primaria, progetto alla scuola Chiominto

Il progetto ‘Musica e Tecnologia nella scuola primaria’ in corso di svolgimento nelle classi I B e I C della scuola primaria di Cori tra le best pactices al Convegno ‘Può esistere una scuola senza l’arte? Musica per tutti a partire dalla scuola primaria’ (foto di Alessandro Vittori). Il laboratorio in itinere coinvolge il Conservatorio di Musica ‘Ottorino Respighi’ di Latina, l’Istituto Comprensivo Statale ‘Cesare Chiominto di Cori e l’ICS ‘Egnazio Danti’ di Alatri.

MUSICA E TCNOLOGIA UN MOMENTO DEL LAVORO IN CLASSE3Il meeting, organizzato dal MIUR e dall’Associazione Proteo Fare Sapere nella giornata di venerdì 27 marzo, ha riunito presso l’aula magna dell’ITIS ‘Galileo Galilei’ di Roma, esperti e docenti da tutta Italia che si sono confrontati su un tema centrale per la politica scolastica nazionale. Le idee pedagogiche e didattiche hanno dialogato con le buone pratiche di chi è già impegnato in vari modi nel vivere e praticare la musica all’interno della scuola.

Elisa Alessandroni, insegnate responsabile progettuale del ‘Chiominto’, insieme al M° Emanuele Pappalardo, referente del Dipartimento di Didattica della Musica del ‘Respighi’, e Lucia Giralico maestra della scuola dell’infanzia del ‘Danti’, hanno relazionato su “Quale ruolo per le Tecnologie Digitali in ambito musicale nella formazione dei docenti? Riflessioni ed esperienze tra scuola dell’Infanzia e Primaria”.

VENERE DEGLI STRACCI OGGETTO DI STUDIOCirca 40 alunni della ‘Virgilio Laurienti’ di Cori sono attualmente impegnati in un percorso interdisciplinare, partito alcuni mesi fa dalla scoperta della ‘Venere degli stracci’ di Michelangelo Pistoletto. Durante le attività esperienziali si sono appropriati dell’oggetto artistico, attraverso attività cognitive, affettive e motorie, e lo hanno reinterpretato analogicamente, realizzando ciascuno una nuova Venere.

L’analisi e la condivisione in gruppo dei risultati, ha favorito l’esplorazione sul piano della concretezza di tutti i nuovi oggetti realizzati, dal punto di vista sensoriale e uditivo. Le Veneri sono state tradotte in modo sonoro e i materiali audio prodotti trasportati sulla lavagna interattiva multimediale per interagire con le nuove Veneri. Gli spunti emersi finora verranno poi sviluppati coinvolgendo le 10 discipline curriculari indicate dal MIUR.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]