Nuova governance per il rilancio della Compagnia dei Lepini

Nuova governance per il rilancio della Compagnia dei Lepini

Quirino Briganti eletto, con una larghissima condivisione, Presidente.

Si è tenuta, lo scorso martedì 24 marzo 2015, l’Assemblea dei soci della Compagnia dei Lepini per il rinnovo della governance. Dopo un lungo periodo di confronto e di valutazione gli Enti locali del territorio dei Monti Lepini hanno deciso di dare avvio ad una nuova fase di rilancio delle politiche di sviluppo locale utilizzando lo strumento della Compagnia dei Lepini.

La società, nata come strumento di cooperazione tra Enti locali, è stata protagonista della fase di attuazione del programma S.T.I.Le negli anni dal 2002 al 2008 che resta, al momento nel territorio regionale, l’unica esperienza di utilizzo dei Fondi Europei attraverso una programmazione integrata territoriale. Più recentemente la società ha assunto l’impegno di organizzare e gestire una parte dei beni e degli istituti culturali del territorio attraverso la realizzazione del sistema territoriale dei Musei, delle Biblioteche e degli Archivi storici dei Monti Lepini.

In questa nuovo percorso di programmazione dei Fondi Europei 2014 – 2020 la società si è attivata, insieme ai consiglieri regionali ed ai rappresentanti istituzionali, per promuovere un tavolo di lavoro coordinato tra la Regione Lazio ed i Comuni dell’area dei Monti Lepini al fine di individuare le linee di investimento utilizzabili per un nuovo programma di sviluppo territoriale denominato: Destinazione Lepini. E’ condivisa e diffusa la consapevolezza, tra gli amministratori locali, che è possibile contrastare l’attuale fase di crisi economica e di trasformazione dei mercati e dei prodotti attraverso una più attenta ed opportuna politica di valorizzazione territoriale.

L’identità storico-culturale dell’intera comunità lepina, la produzione tipica, le qualità ambientali e della biodiversità sono potenzialità tutt’ora disponibili e che devono essere attentamente valorizzate. Un territorio di valore, che somma valore ai suoi prodotti, ai suoi beni ed ai suoi servizi, è territorio che può affrontare i mercati. Questa è la nuova sfida che si dovrà sostenere, per i prossimi anni, anche attraverso l’utilizzo dello strumento della Compagnia dei Lepini.

L’Assemblea dei soci ha deciso, nel rispetto delle necessità di spending review, di passare da un consiglio di amministrazione di quattro componenti ad un solo Amministratore Unico. E’ stato eletto Presidente della società, con funzioni di Amministratore Unico, Quirino Briganti con voto unanime dei presenti, rappresentanti più del 70% del capitale sociale. Il nuovo Presidente è un personaggio molto conosciuto nel territorio dei Monti Lepini sia per una lunghissima carriera di amministratore pubblico che lo ha visto giovanissimo Assessore alla Cultura, Sindaco del Comune di Carpineto Romano, Presidente della XVIII^ Comunità Montana, che per il suo impegno e protagonismo nelle attività di sviluppo locale e di valorizzazione del territorio dei Monti Lepini con un’attenzione speciale dedicata, da anni, alla realizzazione del Parco Regionale dei Monti Lepini.

Il nuovo Presidente, accettando la nomina, ha voluto rendere evidente che la nuova sfida del territorio non è solo un’occasione per un migliore utilizzo della Compagnia dei Lepini o solo un problema di strategie più adeguate, ma è una sfida più complessivamente culturale che riporta al centro, delle attività di tutte le comunità che vivono sul territorio, la capacità di saper cooperare e collaborare in un’ottica di maggiore e migliore solidarietà e sostegno reciproco. Perché la reciprocità, la buona reputazione e la fiducia sono stati i pilastri dei valori dei nostri antenati che hanno portato le nostre comunità ad essere ciò che sono oggi. Dobbiamo ripartire dalla loro lezione che è stata quella di aver imparato ad intraprendere buone azioni collettive per il sostentamento e la sopravvivenza, per la produzione dei beni, per la difesa reciproca e per il superamento delle conflittualità.

Grazie alla loro lezione i Monti Lepini sono, ancora oggi, qui con il loro ingente patrimonio culturale, architettonico, archeologico ed ambientale ricco di testimonianze che si sono sedimentate nel tempo. E la scelta di continuare a lavorare alla loro valorizzazione per una prospettiva comune, con il rilancio della Compagnia dei Lepini, va in una direzione chiara e condivisa con gli enti locali, nell’ambito della quale intendiamo perseguire un ambizioso obiettivo, nell’affermazione nel nostro sistema territoriale, di un modello di sviluppo integrato e sostenibile.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }