Scuola di Maranola, 160 genitori scrivono al sindaco dopo i furti: “Nessuna solidarietà, lasciati soli”

Scuola di Maranola, 160 genitori scrivono al sindaco dopo i furti: “Nessuna solidarietà, lasciati soli”

Sono circa 160 le firme, di altrettanti genitori di bambini di ogni classe della scuola elementare di Maranola, che hanno sottoscritto il contenuto di una lettera inviata al sindaco di Formia Sandro Bartolomeo e al dirigente scolastico dell’istituto Annunziata Marciano. L’oggetto della lettera è la richiesta di una maggiore sicurezza dell’edificio e soprattutto una maggiore sensibilità delle istituzioni rispetto a quanto accaduto alla struttura. Infatti per ben due volte nel giro di poche settimane, l’istituto è stato fatto oggetto di razzie da parte dei ladri, che si sono introdotti all’interno del plesso scolastico per trafugare, in tutta tranquillità, computer e altro materiale informatico.

Un fatto grave non solo per l’aspetto economico, visto che le attività didattiche sono tutt’oggi private del supporto dei mezzi informatici per la formazione degli alunni, ma soprattutto morale, in considerazione del fatto che la lettera dei genitori denuncia e pone l’accento sull’assoluta assenza delle istituzioni, amministrazione comunale in primis, nell’esprimere anche solo una parola di solidarietà per quanto avvenuto, che ha comunque toccato intimamente i ragazzi nell’aver percepito il “senso di violazione di un luogo dove passano buona parte della loro giornata”.

Non va dimenticato che il proprietario dello stabile è proprio il Comune di Formia che, secondo i genitori, è quindi il diretto responsabile affinchè episodi come quelli citati non avvengano così frequentemente e con tale facilità. In questo senso ricordano come l’indifferenza mostrata dall’amministrazione comunale verso la scuola di Maranola non sia una novità, visto che da anni lo stesso edificio, nonostante le sollecitazioni, necessiti di interventi di ristrutturazione non ancora realizzati. Nè, d’altra parte, si è pensato di installare anche deterrenti minimi ai furti, come sbarre o inferriate.

La missiva si chiude poi con richieste ben precise: “Chiediamo che questa amministrazione ci dia un segnale forte! Un segnale di vicinanza! Chiediamo che vengano approntate misure urgenti ed immediate per rendere sicura la scuola di Maranola, per munirla di deterrenti idonei a tenere lontani i malintenzionati”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social