Pallamano, primo match point salvezza per la Geoter Gaeta

*Salvatore Onelli*

geoter gaeta playout 2015Basterebbe solo un punto per festeggiare. Solo un punto per brindare ad una salvezza che, in questo modo, arriverebbe con due giornate di anticipo. La Geoter Gaeta però, in questa 3° giornata di Poule Retrocessione, al cospetto del Benevento vuole far valere la regola del “non c’è due senza tre”. Perché contro la formazione sannita, i biancorossi nella regular season hanno conquistato i tre punti sia nel girone di andata che in quello di ritorno, anche se sempre di misura e, ironia del destino, con lo stesso risultato (29-30 e 30-29).

Motivazioni diverse, invece, per la compagine cara a patron Carlo La Peccerella, che ha terminato la prima fase del campionato al 6° posto a quota 21 guadagnando un bonus di 6 punti, e che con la vittoria contro Alcamo e la sconfitta con la Lazio (20-22 nell’ultimo turno), entrambe ai rigori, ha già matematicamente conquistato la permanenza nella massima serie. Obiettivo dei campani, quindi, sarà provare a regalare una nuova soddisfazione ai propri tifosi, nell’ultima gara tra le mura amiche. Tra i punti di forza del team giallorosso, allenato da coach Giustino Ciullo, ritroviamo i fratelli Andrea e Giuliano Sangiuolo (assenti nell’ultima gara contro la Lazio rispettivamente per motivi di salute e a causa di una squalifica), il portiere Manuel Schipani, il centrale-terzino sinistro ucraino Stanislav Petrychko; non fa invece più parte della rosa l’ex Geoter Denis De Siero.


Idee chiare in casa Geoter. Il gruppo gaetano non vuole assolutamente rinviare il discorso salvezza ad aprile, nell’ultima possibilità a disposizione al cospetto della Lazio, dunque, pur conoscendo le potenzialità degli avversari e gli ostacoli che si dovranno superare, sa bene quale sia la strada da percorrere per raggiungere il traguardo. Ed è per questo che coach Onelli predica lucidità: “Sarà una partita difficile – ha spiegato il tecnico dei pontini –, anche se abbiamo già vinto contro di loro nella stagione regolare sia all’andata che al ritorno. Il Benevento sarà sicuramente motivato, nonostante abbia già ipotecato la salvezza, perché vorrà terminare il proprio campionato tra le mura amiche con una vittoria. Ma noi dovremo essere ancora più affamati e lucidi, per conquistare almeno quel punto che ci manca per la matematica salvezza e chiudere in bellezza il nostro campionato, in attesa dell’ultimo appuntamento di aprile con la Lazio”.

Fischio d’inizio alle ore 18:30 di sabato 21 marzo, presso il “PalAdua” di Benevento; direzione arbitrale affidata alla coppia Simone-Monitillo.