I Cardiopoetica al Parco della Musica di Roma

I Cardiopoetica si sono esibiti all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Ne ha fatta di strada, soprattutto artistica, il collettivo corese che iniziò a muovere i primi passi quattro anni fa, nell’intima atmosfera del paese natale, arrivando oggi a scrivere ed interpretare il suo primo dramma teatrale, ‘Niente è Vero Re’, dalle tematiche forti e attuali (rapporto tra potere e organizzazione criminale) e già ala lavoro per i prossimo audaci progetti.

Nel fine settimana Fabio Appetito e Mariano Macale hanno dato nuovamente prova di ‘Cultura’, quella che da sempre perseguono con speranza e coraggio, attraverso l’affascinante lettura di favole per bambini (0-9 anni) e ragazzi (10-14 anni) al Sound Corner di questo grande palcoscenico della vita culturale capitolina, nell’ambito della manifestazione ‘Libri come’, organizzata dall’Associazione Barravento.


I due poeti coresi hanno impreziosito la tappa romana del più ampio progetto itinerante di bookcrossing denominato ‘LibrOntheroad’, vincitore del bando della regione Lazio ‘Io leggo’. Il bookcrossing, la pratica del “porta un libro e prendine un altro”, è stato arricchito da alcuni reading letterari rivolti ai più giovani al fine di avvicinarli maggiormente alla lettura.

Ad attenderli un nuovo tipo di pubblico, tra i più particolari e difficili da coinvolgere. J.K.Rowling (Beda il Bardo), Bianca Pitzorno (La bambola dell’alchimista), Daniel Pennac (L’occhio del lupo), Roald Dahl (La fabbrica di cioccolato). Alla fine Marco e Mariano non hanno dovuto far altro che raccogliere il meritato tributo della platea di piccoli accompagnati dai loro genitori.
Ancora una volta il trio poetico dei Cardiopoetica, di cui fa parte anche Marco De Cave, ha dimostrato tutto il suo talento e la versatilità che lo contraddistingue, riuscendo ad arrivare al cuore e alla mente di tutti, uomini e donne, grandi e piccini, proprio perché la poesia e la capacità comunicativa dell’immaginazione parlano ad ognuno indistintamente.